Villa Literno

Tamburrino: “Preoccupati per le discariche abusive”

Nicola Tamburrino VILLA LITERNO. Il sindaco di Villa Literno Nicola Tamburrino negli ultimi dieci giorni ha girato in lungo e in largo il territorio comunale per spiegare ai cittadini i vantaggi della Raccolta Differenziata porta a porta, …

…che riprenderà in paese lunedì mattina con il ritiro delle buste bianche dell’Umido (i sacchetti vanno depositati domenica sera). Ha così potuto registrare la preoccupazione dei cittadini liternesi per l’ultima scoperta fatta dalle forze dell’ordine: la discarica di rifiuti tossici rinvenuta a Casal di Principe,infatti,dista poche centinaia di metri dal territorio liternese.

“Purtroppo però- commenta sconsolato Tamburrino – quando si parla di ambiente nonci possono esseredivisioni territoriali: la salvaguardia della salute pubblica prescinde dai confini comunali ma riguarda le popolazioni, a livello regionale e, mi verrebbe da dire, nazionale. Negli ultimi tempo stanno venendo a galla tutte le schifezze che sono state sotterrate nei nostri territori negli ultimi decenni, con la connivenza di delinquenti locali e nell’indifferenza pressoché totale di cittadini e istituzioni”.

Però il primo cittadino liternese invita a mantenere la calma: “Farsi prendere dalla paura, adesso,serve a poco, questi ritrovamenti devono servire a farci aprire gli occhi, dobbiamo capire chenon è più possibile continuare così. I cittadini devono sentirsi i primi responsabili della tutela dell’ambiente e del bene pubblico. I politici devono smetterla di considerare i consorzi solo un modo per occupare poltrone a gestire posti di lavoro. Noi amministratori, infine, dobbiamo avere il coraggio di scelte radicali, anche impopolari magari, purché vadano nella direzione del bene pubblico. Penso ad esempio agi Lsu e agli operai dei Consorzi di rifiuti. Chi non fa il proprio dovere va punito”.

Magli Enti Locali non possono farcela da soli, soprattutto in periodi di tagli: “Io,come Sindaco, al massimo posso convincere i miei concittadini a fare la raccolta differenziata, posso avviare (comeabbiamo già fatto) campagne di sensibilizzazione peril correttosmaltimento dei rifiuti speciali, possoessere più rigoroso nell’applicazione delle sanzioni, ma non posso monitorare gli spostamenti nazionali dei rifiuti che vengono a sversare quidai centri industriali e nemmeno ho le risorse per le bonifiche. In tal senso,faccio appello ai miei colleghi per sollecitare i rappresentanti del governoaffinchéchiedano a gran voceun intervento da Roma per unmaggiore controllo e soprattutto per la bonifica dei siti inquinati”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico