Matese

Gioia Sannitica, Luca Barbarossa ai festeggiamenti in onore di San Michele

Luca BarbarossaGIOIA SANNITICA. Anche quest’anno a Gioia Sannitica, piccolo paese ai confini tra il Casertano e Beneventano, ci si prepara ai festeggiamenti in onore dell’Arcangelo Michele.

La venerazione del santo, che in realtà si svolge in 2 momenti dell’anno, l’8 maggio e il 29 settembre, già comincia il 20 settembre con una processione che parte dalla frazione di Curti e termina nella chiesa di San Felice dove dall’8 luglio 1741 sorge una nicchia che ospita l’immagine lignea dell’Arcangelo Michele. Nella chiesa tra canti e preghiere, l’immagine di San Michele viene elevata sul trono e si dà inizio al novenario di preghiera in suo onore.

Dopo nove giorni di preparazione spirituale e cristiana che coinvolge la comunità parrocchiale di ogni fascia di età e le numerose frazioni, il 29 settembre, presso la chiesa di Santi apostoli Pietro e Paolo, dopo l’offerta di una corona floreale da parte dell’Amministrazione Comunale si recitano i Vespri solenni comunitari. Dopo questo primo momento di preghiera, in processione con la statua processionale del Patrono, ci si porta alla Chiesa di San Felice dove ha inizio la celebrazione solenne della Santa Messa con il panegirico, quest’anno sarà presieduta da monsignor Pasquale Maria Mainolfi, direttore dell’ Istituto Superiore Scienze Religiose “Redemptor hominis” di Benevento. Subito dopo vi è la processione per le vie del paese con l’immagine dell’Arcangelo Michele, accompagnata dalla Banda Sinfonica di Conversano diretta dal maestro Angelo Schirinzi, rallegrata dalle vivaci luminarie. Il giorno 30 settembre è caratterizzato dalla processione mattutina e dalla celebrazione della Santa Messa in una delle contrade del paese, in ricordo degli emigranti che contribuiscono a mantenere vive le tradizioni del paese anche nelle nazioni in cui si trovano a vivere. Il comitato micaelitico presieduto dal parroco don Giuseppe Oropallo, lavora alacremente tutto l’anno per offrire ai cittadini, accanto ai festeggiamenti religiosi, momenti comunitari di divertimento. Il mese di agosto e metà settembre sono infatti caratterizzati da piccole sagre nelle varie contrade, il cui scopo e quello di incrementare il budget a disposizione per la festa civile, e perché no, di istituire un clima di fraternità. Inoltre, da alcuni anni, il comitato organizza simpatiche competizioni equestri per principianti ed esperti e una apprezzatissima “festa del vino” che coinvolge esperti e semplici cultori di buon vino. Il 28 settembre il gruppo teatrale “Eduardo Scarpetta”, composto da concittadini con la passione del teatro, che da anni ormai allieta le nostre ricorrenze, presenta Commedia Brillante in due atti “Felice Maestro di Calligrafia”.

Il 29 settembre, giorno della festa, in mattinata lo spettacolo del gran concerto bandistico “Città di Conversano” e la fiera mercato; in serata poi, nel corso della processione, lo spettacolo di fuochi pirotecnici della premiata ditta Pannella Antonio di Ponte (Benevento).

Lo show del 30 sera avrà come protagonista Luca Barbarossa. Quest’anno il cantautore romano ha spento le sue prime 50 candeline ed ha festeggiato anche i suoi 30 anni di carriera. Per celebrare la sua lunga attività il celebre cantautore romano sta portando in tour una raccolta di canzoni intitolata “Barbarossa Social Club”.

Si tratta di un concerto che include tanti brani della sua carriera artistica, tra cui oltre ai grandi successi, anche quattro brani inediti e tre cover. Barbarossa ha reinterpretato “Amore che vieni amore che vai” di Fabrizio De André, la versione italiana de “La canzone dei vecchi amanti” di Jacques Brel e “Chissà dove te ne vai” di Giorgio Gaber. Gli inediti sono invece, oltre al brano presentato al festival di Sanremo, “Fino in fondo”, anche “Quando la notte cade giù” con Fiorella Mannoia, “Non mi stanco mai” con Max Gazzè e Roy Paci e “Due solitudini”.

Ad accompagnarlo nel suo concerto la Social Band composta da Roberto Polito alla batteria, Mauro Formica al basso,Claudio Trippa alla chitarra elettrica, Mario Amici alla chitarra acustica e armonica e Stefano Cenci alle tastiere. Il programma della festa nel dettaglio è disponibile sul sito www.micaelitico.it, e il resoconto degli eventi in tempo reale è reperibile presso il profilo facebook “comitatomicaelitico”, al quale ci si può iscrivere per poter partecipare alle simpatiche iniziative ed essere informati su questo vivace e unico momento della piccola comunità gioiese.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico