Sorrento - Vico E. - Massa Lubrense - Piano di Sorrento - Sant’Agnello - Meta

Danza, le allieve di Palazzo conquistano Sorrento

Gloria Palazzo con un'allievaCASTEL VOLTURNO. Non è stato un sabato qualunque per Castel Volturno quello appena trascorso. Anzi, la notizia che alcune ragazze della città rivierasca sono state premiate a Sorrento al concorso nazionale di danza ha fatto sì che si respirasse di nuovo nell’area un clima festivo.

Stiamo parlando del grande successo ottenuto dalle allieve del “Centro Professione Danza e Spettacolo”, diretto dalla danzatrice professionista Gloria Palazzo. Infatti, al concorso nazionale coreografico “Sorrento Danza”, tenutosi lo scorso venerdi sera nella splendida location di piazza Antiche Mura, nel centro storico della città costiera, la scuola ha portato a casa tre premi su tre.

Dopo le energiche e suggestive performance dei tanti allievi talentuosi presenti, laprima a salire sul podio è stata Daniela Tammaro, di soli 7 anni, che si è classificata al primo posto nella categoria “Kids – sezione danza contemporanea”. Poi è stata la volta di Federica Arpino, 11 anni, classificatasi terza nella categoria “Juniores – sezione danza classica”. Infine, è stata la volta del gruppo coreografico composto da Antonietta Ferraro, Francesca Maria Miraglia, Lola Bello, Perla Amodio, Michele Tammaro, VivaraJanuaria Perrella eFederica Arpino che con la coreografia di Gloria Palazzo “Renovation” si sono aggiudicate un altro terzo posto. Il risultato è del tutto encomiabile se raffrontato alla caratterizzazione della giuria. La stessa era, infatti, costituita da grandi nomi della danza: Margarita Trayanova, Leonide Massine, Umberto Cristadoro, Diana Gargiulo, Luisa Lojo, Mariella Romano, Fritz Zamy e la direttrice artistica del concorso Raffaella Pandolfi.

Dopo aver espugnato Sorrento, portando con le sue allieve i colori di Castel Volturno, Gloria Palazzo commenta: “E’ stata forse la nostra vittoria più emozionante, perché il livello tecnico dei partecipanti era molto alto eper la prima volta hoproposto coreografie su allievi molto piccoli, comeDaniela che è salita sul gradino più alto.Questo dimostra che siamo professionisti nel nostro campo e che si studia danza seriamente a partire dai tre anni di età. La danza è una disciplina di vita che va coltivata già in tenera età”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico