Caserta

La Casertana riscatta contro la Turris un inizio amaro di stagione

 CASERTA. Domenica 18 settembre, per la terza giornata del campionato di serie D, al Pinto di Caserta si affrontano due “blasonate” del campionato dilettante: Casertana e Turris.

La Casertana è chiamata a riscattare le due precedenti opache prove di campionato. Pochi i tifosi presenti, circa un migliaio, al Pinto, che già contestano la società stanchi dell’ennesimo campionato tra i dilettanti e del pessimo avvio di stagione. Emblematico striscione nei distinti polemico nei confronti del presidente Verazzo che recita: “Ti sei paragonato a Cuccaro e Moccia ma a conti fatti Verazzo non sei nessuno”.

Allo striscione è accompagnato un coro che invita il presidente ad andarsene. I rossoblù si presentano con Imbimbo in porta, in difesa Nuzzo, Okoroji, Ginobili e Pingue; a centrocampo il duo Della Ventura e Camorani incaricati di portare esperienza e personalità alla squadra; dietro la punta Cortese, i tre fantasisti Di Matera, Esposito e Mortelliti. In panchina il neo acquisto, il bomber Majella. Da segnalare nella Turris la presenza in campo di Gilfone, ex Casertana e il bomber Cosa, giocatore esperto di questi campionati e vicino alla Casertana la scorsa estate.

5’ Grande gol della Casertana che passa in vantaggio: azione orchestrata della formazione rossoblù che porta in attacco 5 uomini: tocco in area di Esposito per Di Matera che al volo colpisce a botta sicura: nulla può fare il portiere avversario Volturno e Casertana che passa in vantaggio. C’è da dire che la squadra di casa sembra essere partita col piglio giusto e si era proiettata subito in avanti dopo il fischio d’inizio.
11’ punizione pericolosissima della Turris con Quinto che fa la barba al palo: pericolo scampato per la Casertana.
14’ Azione pericolosa della Casertana con Esposito che si porta sul fondo: palla al centro per il bomber Cortese che non riesce a impattare. Buona l’azione solitaria di Esposito: peccato che l’abbia passata troppo indietro per favorire la conclusione di Cortese che era indisturbato.
38’ dopo vari tentativi della Casertana, finalmente si assiste ad un altro tiro in porta della squadra locale: intervento in anticipo di Okoroji e palla che arriva sulla trequarti al bomber Cortese che senza pensarci su due volte tira in porta: respinge con i pugni il portiere. 39’ Dopo un minuto grande azione della Casertana: palla sulla sinistra per Di Matera che dall’angolino destro dell’area di rigore tenta il tiro a sorpresa: palla che finisce sul palo e poi fuori.
Dopo 4’ minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del primo tempo. Un primo tempo che ha visto una buona Casertana per quanto riguarda il possesso palla e la costruzione del gioco. Purtroppo il grande caldo influisce sulla prestazione di entrambe le squadre che hanno mostrato davvero poco. La Turris si è affidata a qualche azione di contropiede con Gilfone e Cosa; la Casertana, dopo il vantaggio ha cercato di gestire il risultato non disdegnando qualche sortita offensiva. Ma è chiaro che bisogna osare di più se si vuole vincere e se si vuole tenere alto l’entusiasmo dei tifosi che chiedono maggior spettacolo. Nota encomiabile per i tifosi rossoblù che hanno cantato per tutto il primo tempo non facendo mancare il proprio apporto alla squadra, nonostante un po’ per il caldo, un po’ per i risultati negativi delle precedenti due sfide, non fossero numerosi al Pinto.
II TEMPO
10’ questo secondo tempo sta vedendo una grande Casertana spinta dall’entusiasmo dei suoi tifosi. Già prima c’era stato un gol annullato a Esposito per fuorigioco dopo una grandissima azione. Ora ancora Di Matera sulla fascia diventa imprendibile e viene steso al limite dell’area di rigore procurandosi una punizione in zona pericolosa.
13’ Punizione per la Turris: batte Terracciano, Imbimbo devia in angolo in maniera provvidenziale.
14’ Gol della Casertana: grandissima azione di contropiede della Casertana: Cortese allarga a sinistra per Esposito che non riesce nel dribbling; recupera Pingue e per la seconda volta Esposito punta l’uomo entrando in area di rigore: il tiro veloce sul primo pale spiazza il portiere Volturno e la Casertana segna così il meritato secondo gol.
16’ Ancora Casertana: cross dalla destra di Nuzzo e ancora Esposito colpisce di testa mandando la palla di poco al lato: Casertana strepitosa.
33’ Espulso Della Ventura: trattenuta a centrocampo del centrocampista rossoblù che si becca così la doppia ammonizione e così l’espulsione. Troppo severo, a nostro avviso, il giudizio dell’arbitro.
45’ Espulso Di Matera: stesso copione dell’espulsione di Monaco: trattenuta a centrocampo e doppia ammonizione: anche stavolta, a nostro avviso, espulsione severa che mostra del resto un atteggiamento dell’arbitro che si è rivelato sin dall’inizio troppo severo nei confronti della Casertana.46’ Sulla punizione seguente, la Turris colpisce la traversa.
47’ Contropiede della Casertana: Majella serve in area Monaco che viene atterrato: calcio di rigore per la Casertana.
48’ Gol della Casertana: dagli undici metri si presenta Cortese che non sbaglia. In 9 uomini la Casertana si porta sul 3-0 e dimostra la sua voglia di riprendersi e di dire la propria in questo campionato. Dopo 5 minuti si conclude la partita che ha visto un’ottima Casertana imporsi su un’umiliata Turris. Nonostante l’arbitraggio severo e nonostante la Casertana avesse concluso in nove uomini la partita, la squadra di casa ha dimostrato di aver migliorato la condizione fisica e le trame di gioco.

Applausi meritati da parte dei tifosi per gli uomini di Feola che con questa prestazione promettono di riaprire il campionato. Importante è stata la prova dei laterali di Feola che hanno dimostrato di aver appreso le indicazioni del mister. Del resto più volte lo stesso allenatore ha spiegato come gli esterni sono fondamentali per il suo tipo di gioco e che la loro condizione determina l’impatto complessivo della squadra sulla partita. Speriamo ora che la Caserta, dopo la vittoria in Coppa Italia e questa in campionato, diventi consapevole delle proprie potenzialità affrontando con maggiore personalità le prossime sfide di campionato. Un elogio particolare lo meritano i tifosi che oggi hanno continuamente incitato la squadra con i consueti cori e colori in grado di trascinare gli uomini di Feola.

Pagelle:

1. Imbimbo: 6

2. Nuzzo: 6

3. Pingue: 6,5

4. Della Ventura:6

5. Okoroji: 7

6. Ginobili: 6,5

7. Di Matera: 7

8. Camorani: 6 (Pontillo: 6)

9. Cortese: 6,5

10. Mortelliti: 5,5 (Maiella: 6)

11. Esposito: 7,5 (Monaco: sv)

All. Feola 7

Tifosi: 8

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico