Caserta

Il Pd aderisce allo “Sciopero dei Sindaci”

 CASERTA. I sindaci e gli amministratori del Partito Democratico di Terra di Lavoro hanno incontrato ieri sera, presso la sede Pd di via Maielli, il neo eletto presidente dell’Anci Campania Vincenzo Cuomo.

Così come preannunciato dallo stesso segretario Dario Abbate, i democratici casertani passano dalle parole ai fatti andando a metere a fuoco le criticità del territorio partendo proprio da chi affronta quotidianamente i problemi dei cittadini e cioè gli amministratori comunali. Ad introdurre i lavori il responsabile enti locali del partito, nonchè sindaco di Piedimonte Matese, Enzo Cappello che, andando subito al sodo, ha sottoposto una serie di probematiche che si trovano ad affrontare i sindaci e le amministrazioni locali della Provincia di Caserta dando il via al dibattito.

Fra tutte è emersa la grave situazione finanziaria in cui versano i Comuni, aggravata in Campania dal blocco dei pagamenti delle rate di ammortamento dei muti contratti dalle Amministrazioni comunali ex l.r. n. 51/78, e dai riflessi negativi sugli enti locali prodotti dalla l.r. n. 4 del 15 marzo 2011. Ma le criticità riguardano anche i ritardi nell’elargizione dei fondi relativi alla legge 328 che, oltre a bloccare i servizi sociali erogati a fasce disagiate della cittadinanza, hanno lasciato senza stipendio centinaia di operatori sociali.

Fra le problematiche affrontate anche la soppressione delle scuole nei piccoli comuni, il mancato finanziamento dei fondi delle Comunità Montane, e il blocco dei lavori presso il genio civile di Caserta che causa ritardi assurdi nell’espletamento delle pratiche a cui i comuni spesso si rivolgono per lavori di pubblica utilità. Inevitabilmente, poi, la discussione si è spostata sulla imminente provincializzazione dei rifiuti e le conseguenti problematicità che ne derivano per i sindaci e gli assessori al ramo. Sempre sui rifiuti sono in tanti i sindaci che pur avendo innescato nelle proprie realtà territoriali meccanismi virtuosi nella raccolta differenziata, non ricevono sconti particolari nel pagamento della tariffa sui rifiuti.

Nel suo intervento il rappresentante dell’Anci Campania, nonchè sindaco di Portici, Vincenzo Cuomo, ha raccolto i disagi manifestati dagli amministratori durante il dibattito, promettendo di provocarne una discussione all’interno degli organismi dell’Associazione dei Comuni della Campania per poi sottoporlo ai Governi sia Regionale che Nazionale.

“L’attuale situazione – ha spiegato Cuomo – è drammatica, ed il mondo delle Autonomie Locali non può più reggere perché in queste condizioni si rischia di non poter governare. Nei territori si rileva la crescente incertezza del futuro si avvertono forti segnali di tensione. L’unica soluzione possibile è unire le forze. Forse questa manovra “scellerata” avrà una sola conseguenza positiva: una ritrovata compattezza delle amministrazioni locali, che travalica gli schieramenti politici e induce a reagire insieme contro un agire incomprensibile che comporterà la paralisi di tutto il comparto degli EE.LL.”.

Cuomo ha poi invitato tutti gli amministratori comunali a partecipare al “Primo sciopero dei sindaci” indetto per il 15 settembre. Tutti i municipi d’Italia riuniranno i propri organi per protestare contro gli effetti della manovra del governo. I sindaci, contestualmente, restituiranno ai prefetti le proprie deleghe sulle funzioni di anagrafe. Allo sciopero ha dato la propria adesione il Pd di Terra di Lavoro che parteciperà con tutti i suoi dirigenti, sindaci e amministratori comunali.

Alla riunione erano presenti il sindaco di Mondragone Achille Cennami, il sindaco di Santa Maria la Fossa Antonio Papa, il sindaco di Macerata Campania Luigi Munno, il sindaco di Sant’Angelo d’Alife Crescenzo Di Tommaso, il sindaco di Castel Campagnano Giuseppe Di Sorbo, il sindaco di Valle di Maddaloni Luigi Coscia, il sindaco di Pignataro Maggiore Raimondo Cuccaro. Erano presenti, inoltre, i consiglieri provinciali, Giuseppe Stellato, Antonio Mirra, Francesco Lavanga, Giuseppe Fiorillo, Angelo Sglavo, il consigliere regionale Nicola Caputo, il segretario provinciale della Funzione Pubblica settore igiene ambientale Raffaele Maietta, i consiglieri comunali di Caserta Enrico Tresca e Carlo Marino, e numerosissimi assessori e consiglieri comunali dei comuni della provincia di Caserta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico