Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Siti inquinati, il Coordinamento per il Riscatto scende in piazza

 CASAL DI PRINCIPE. Sono venuti da Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa e Casapesenna i rappresentanti del Coordinamento per il Riscatto per affrontare, insieme, il gravissimo problema dei rifiuti tossici nocivi, sversati sul territorio di Casal di Principe.

“Dalla Protesta alla Proposta” il titolo dell’incontro che visto, per la prima volta,la presenza, nonostante le ore serali, di una maggioranza di donne. Tutte molto agguerrite ed abbastanza indignate contro l’indifferenza delle Istituzioni che hanno lasciato solo il Coordinamento per il Riscatto a combattere contro lo sversamento dei rifiuti tossici nocivi che hanno portato l’intera zona ad avere la percentuale di tumori più alta d’Europa. Domenica scorsa un lungo corteo ha attraversato le strade di Casal di Principe per sensibilizzare tutta la popolazione sulla gravità e drammaticità della presenza di rifiuti tossici nocivi sversati in vari siti.

Al corteo era seguito un appassionato comizio con l’impegno a rivedersi per poter passare dalla protesta alla proposta. La prima delle quali è stata fatta dall’avvocato Francesco Martino sulla “carenza di servizi per i cittadini da parte delle amministrazioni comunali che sembrano più interessate a futili e vacue proposte ricreative piuttosto che a lavorare per la soluzione dei problemi che affliggono il territorio dal quale sono assenti del tutto i partiti politici”, molto criticati nei loro interventi da Peppe Caterino e dal dottor Rino Panaro, preoccupati perché “i veri problemi vengono vissuti sulle spalle dei meno abbienti, dei più poveri, convocati dalla politica solo per dire sì”. In questo periodo il territorio sconta ritardi di ogni genere, nonostante proclami e promesse d’impegno.

“C’è un vuoto culturale e formativo che dev’essere colmato ad ogni costo – ha affermato Nicola Alfiero – e dobbiamo smetterla con la vecchia modalità di approccio ai problemi. Il primo problema da affrontare rimane comunque la camorra che ha inibito per più di 30 anni ogni nostra autonoma capacità di sviluppo”.

Angela Levraldo ha riportato l’attenzione al livello locale richiamando l’attenzione sull’emergenza scuola. Tutti questi problemi saranno affrontati ed analizzati nella prossima assemblea del Coordinamento che si svolgerà venerdì 23 settembre, con inizio alle ore 20.30, nella sala della parrocchia Maria SS. Preziosa di Casal di Principe, messa, gentilmente, a disposizione da don Delio Pellegrino, sempre disponibile e sensibile alle problematiche che interessano la popolazione, che sopratutto negli ultimi tempi ha trovato solo tra i componenti del Coordinamento le persone disposte a sacrificarsi ed a non speculare sulle altrui difficoltà ai fini personali o partitici per trovare le soluzioni alle quotidiane difficoltà di un popolo offeso nella propria dignità e martoriato, spesso, ingiustamente, per colpe di altri.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico