Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Orientamento, progetto Università-Comune

 CASALE. Il Comune di Casal di Principe ha appena stipulato convenzione di tirocinio di formazione ed orientamento con l’Università di Napoli Federico II.

Detta convenzione ha la finalità di agevolare le scelte professionali di soggetti in tirocinio, mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro, e realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi. Di fatti, l’Università ospita presso le proprie strutture studenti e laureati per svolgere tirocini di formazione e orientamento, a seguito di richiesta da parte dell’ente. Le modalità della convenzione sono stabilite dalla legge 24 Giugno 1997 n. 196 e dal successivo decreto ministeriale del 25 Marzo 1998 n. 142, che definiscono il quadro normativo dei tirocini di formazione e orientamento.

La durata massima dei tirocini formativi è di 12 mesi per gli studenti universitari (fino a 24 mesi per i soggetti diversamente abili), compresi coloro che frequentano corsi di diploma universitario, master, dottorati di ricerca, scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione post secondari e non universitari, anche nei diciotto mesi successivi al termine degli studi.

Il tirocinio di formazione e orientamento è un complemento del processo formativo ed offre al tirocinante l’opportunità di approfondire ed ampliare le competenze professionali acquisite nel corso degli studi: esso pertanto non si configura come un rapporto di lavoro, non è retribuito e non determina alcun obbligo di assunzione da parte dell’Ente ospitante. Il tirocinio di formazione e orientamento – lo ripetiamo – può essere attivato unicamente previa stipula di una apposita convenzione: è quanto appena fatto dall’ente comunale casalese.

Di qui il sindaco di Casal di Principe, Pasquale Martinelli, ha dichiarato: “Abbiamo fortemente voluto questa convenzione con l’università fridericiana di Napoli. E’ il segnale ennesimo dell’impegno comunale dispiegato in più direzioni: a favore dei giovani e diretto ad aumentare le potenzialità del loro possibile ingresso nel mondo del lavoro; dimostra l’attenzione mai doma verso il polo della scuola; è la prova tangibile della nostra idea e speranza di dotare le nuove generazioni di quel bagaglio di esperienza e di cultura che. da solo, potrà determinare la crescita ed il riscatto di questo paese e dell’intero territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico