Aversa

Differenziata, arrivano i cassonetti condominiali

 AVERSA. Aspettando che per la differenziata arrivi la svolta annunciata dai vertici comunali che, in una prossima seduta di giunta, dovrebbero prendere importanti decisioni in merito all’insufficiente servizio offerto alla città dalla società gestrice, …

… qualche cosa si muove già: sono arrivati i cassonetti condominiali per raccogliere il multimateriale e i rifiuti indifferenziati. Hanno affiancato quelli di colore marrone destinati all’organico. Era quanto avevano chiesto nei giorni immediatamente seguenti all’avvio della differenziata sia i cittadini, sia il Wwf sia gli stessi addetti alla raccolta.

“Senza cassonetti – aveva affermato uno degli addetti – non si può fare la differenziata”. “Perché – spiegava – non avendone altri a disposizione c’è una parte dei cittadini che deposita ogni cosa nei contenitori marrone e l’organizzazione del prelievo salta”. “Personalmente – aggiungeva – se devo raccogliere organico e nel contenitore sono depositati altri tipi di rifiuti sono costretto a lasciare tutto com’è e la spazzatura si accumula”.

Così per l’inosservanza delle regole da parte di cittadini poco ligi tutta la città vive una condizione di indecenza. Un dato di fatto che, batti e batti, a quanto pare qualcuno deve avere finalmente capito. Ma non in maniera completa dal momento che basta fare un giro per parco Argo e parco Coppola, dove la differenziata è ufficialmente partita il 30 maggio, per rendersene conto. I cassonetti di colore giallo, per il multimateriale, e nero, per l’indifferenziato, posti accanto a quelli marrone solo presenti solo in parte. Perché se in alcune strade come via Raffaello e via Michelangelo sono stati consegnati a tutti i condomini, in altre strade sono presenti solo quelli neri o quelli gialli quando non mancano entrambi.

I residenti si chiedono perché si facciano due pesi e due misure. Se davvero si intende far effettuare la differenziata in questa zona pilota si consegnino – dicono – a tutti i cassonetti differenziati e poi si controlli che i cittadini depositino quando e come dovuto e che il prelievo sia fatto davvero in maniera differenziata. Senza il rispetto di queste tre condizioni la differenziatanon potrà decollare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico