Teverola

Differenziata, Fumo: “Bisogna individuare gli untori”

 TEVEROLA. “Non è questione di mancanza di sensibilizzazione, è l’inciviltà di persone che non hanno rispetto di niente e di nessuno, unita all’assenza di controlli nei confronti dei trasgressori”.

L’ingegner Enzo Fumo, professionista da sempre attivo in campo ambientale nell’agro aversano e atellano, alla terza settimana di “analisi” sulla raccolta differenziata a Teverola, trae questa conclusione. “In determinati punti della città – afferma Fumo – l’immondizia viene depositata puntualmente in dispregio a quanto previsto dal calendario di raccolta. Sabato 6, giorno di raccolta dell’umido, altri tipi di rifiuti erano depositati accanto alla campana per il vetro di piazza Municipio. E lì vi sono rimasti fino al successivo 9 agosto, tenendo conto che, nel frattempo, si è accumulata anche una notevole quantità di bottiglie. Poi – continua Fumo – tra martedì 9 e giovedì 11, gli ‘untori’ si sono scatenati. Sempre in quel punto hanno depositato buste con qualsiasi tipo di rifiuti, tra l’altro aperte, che sono state trascinate per terra e da cui è fuoriuscita una maleodorante quantità di percolato. Forse proprio la presenza di quella ‘scia’ di liquido ha indotto gli operatori ecologici a raccogliere le buste ritenendo che fossero umido”.

E non è finita. “Sabato 13 – aggiunge Fumo – gli ‘untori’ sono entrati nuovamente in azione sin dal primo pomeriggio, fino a ridurre al mattino di domenica 14 i marciapiedi in condizioni disastrose”. Per l’ingegner Fumo “tutto ciò dimostra come, nonostante l’impegno profuso in questi giorni dal sindaco, dal personale del comune e del consorzio, vi sia una irriducibile frangia di cittadini che prosegue imperterrita a non rispettare quanto dettato dal calendario di raccolta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico