Sparanise - Pignataro Maggiore - Francolise - Calvi Risorta

A fuoco le colline calene, ma la Forestale non arriva: sindaco infuriato

 SPARANISE. Come in un rituale macabro che si ripete nei mesi estivi, anche quest’anno sono andati a fuoco centinaia di alberi che trovavano dimora nelle colline che sovrastano Sparanise.

Il vasto incendio, quasi sicuramente opera di qualche piromane, ha mandato in fumo quello che era considerato uno degli ultimi polmoni verdi dell’intera area calena. Sul posto si sono subito precipitati i volontari della Vab di Sparanise che hanno fatto tutto quanto era nelle loro possibilità nel tentativo di domare le fiamme e, almeno nel pomeriggio di ieri, dopo le segnalazione al numero 115 sono giunti sul posto anche i pompieri di Mondragone qualcosa. Nessuna traccia, invece, del Corpo Forestale dello Stato che, nonostante le numerose sollecitazioni fatte a più livelli, non si è proprio visto.

Le fiamme sembravano definitivamente domate, ma, purtroppo, nel pomeriggio l’incendio, nonostante l’impegno incessante dei volontari della Vab, ha ripreso vigore. Ma neanche oggi, nonostante le richieste di intervento non si sono visti gli elicotteri o della Forestale, mezzi senza i quali l’intervento da terra non risulta essere quasi mai sufficiente per domare definitivamente il vasto incendio. Infuriato il sindaco di Sparanise Mariano Sorvillo che sta monitorando personalmente l’evolversi della situazione.

“Ho come la sensazione che per il Corpo Forestale dello Stato esistano polmoni verdi di serie a e di serie b, – ha detto – come se gli alberi di Caserta o del Monte Maggiore, piuttosto che di Mondragone devono essere tutelati mentre quelli di Sparanise possono andare tranquillamente in fiamme. Ho sollecitato con forza ed a più livelli l’intervento di un elicottero ma purtroppo, ad oggi, non posso fare altro che registrare la totale assenza di risposte alle miei istanze da parte della Forestale. Da cittadino, prima ancora che da sindaco, dico che non è giusto che in uno Stato come l’Italia per domare un incendio si può contare solo sul contributo dei volontari come ad esempio gli amici della Vab. Le tasse si pagano a Sparanise come altrove, ma, evidentemente, il territorio caleno non viene tenuto nella giusta considerazione. In definitiva qui da noi le fiamme possono tranquillamente bruciare decine di ettari di bosco, mentre nel resto d’Italia si può contare su interventi di ogni genere e sorta per spegnerli il prima possibile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico