Esteri

Usa, il vento fa crollare un palco: 5 vittime

 INDIANAPOLIS. Sale a 5 morti e ad una quarantina di feriti il bilancio provvisorio dell’incidente alla Fiera Statale dell’Indiana dove forti raffiche di vento hanno fatto crollare un palco poco prima che, alle 21.00 locali, cominciasse il concerto country del duo Sugarland.

Lo riferisce il Dipartimento di Pubblica sicurezza di Indianapolis in un messaggio postato su Twitter nel quale si parla di un numero non precisato di feriti in condizioni critiche ricoverati negli ospedali. L’Indianapolis Star scrive che al momento del crollo del palco le raffiche di vento raggiungevano la velocità di 96chilometri all’ora e al concerto c’erano 12mila persone.

Testimoni riferiscono del panico che si è diffuso tra la folla e che tanti tra gli spettatori hanno cercato di tirare fuori dalle macerie le persone rimaste intrappolate. Poco prima della tragedia, non appena il forte vento aveva cominciato ad alzarsi, il capitano Brad Weaver della polizia di Stato dell’Indiana aveva diffuso un messaggio di allerta. Giusto il tempo di ripararsi e, ha raccontato, “ho visto l’impalcatura che cominciava a venire giù”.”Un vero pandemonio”, “la cosa peggiore che abbia mai visto nella vita”, “sembrava un uragano spuntato fuori dal nulla” sono i racconti di coloro che si trovavano vicino al palco raccolti dalla Bbc e dalle tv locali.

“Le impalcature di alluminio, le luci, i microfoni. È tutto collassato sulle persone, anche bambini, che stavano aspettando l’inizio del concerto”, ha raccontato alla Bbc Stacia Matthews definendo la scena un «vero pandemonio”. “Credo che alcuni di quelli che non ce l’hanno fatta fossero membri dello staff di elettricisti che stava finendo di preparare il palco”, ha detto la donna.

Chris, un fan del duo Sugarland che avrebbe dovuto suonare a Indianapolis, racconta alla Bbc: “Il cielo è diventato scuro all’improvviso e si sono scatenati tuoni e fulmini. Sembrava un uragano spuntato fuori dal nulla”. Allison Hoehn è tra coloro che appena il palco è crollato si sono dati da fare per soccorrere le persone rimaste intrappolate. “Abbiamo cercato di aiutarli ma nessuno si muoveva. Le raffiche di vento si sono sollevate così velocemente che il palco si è spezzato come fosse uno stuzzicadenti”.

L’Indianapolis Star riferisce che i soccorsi sono stati rapidi e non ci sono voluti più di 20 minuti per liberare le persone intrappolate sotto le impalcature. Jennifer Nettles, voce del complesso country che si sarebbe dovuto esibire ha dichiarato: “Siamo sconvolti e con il cuore in pezzi. Preghiamo per i feriti. Non ci sono parole, è una tragedia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico