Esteri

Israele, arrestati 120 membri di Hamas. Razzi a Gaza

 GAZA.Non si ferma la violenza in Israele. I militanti di Gaza continuano il lancio di razzi e colpi di mortaio verso Israele.

Secondo fonti militari di Tel Aviv, nelle prime ore di oggi 12 razzi e colpi di mortaio hanno raggiunto il sud del Paese. Non si hanno notizie di feriti seri. L’esercito israeliano ha successivamente arrestato 120 membri di Hamas nel sud della Cisgiordania, in seguito proprio al lancio di razzi. Lo hanno riferito fonti della sicurezza palestinese.

Il movimento radicale che controlla Gaza aveva annunciato di recente la fine della tregua con Israele. Alcuni degli ultimi razzi hanno colpito una scuola vuota a Beersheba, altri sono finiti nell’area di Ashkelon. A Beersheba era rimasto ucciso sabato un israeliano mentre la rappresaglia contro gli attentati a Eilat è costata la vita a 15 palestinesi. La Lega Araba tiene oggi una riunione urgente sugli sviluppi a Gaza e sulla rottura della tregua tra Hamas e Israele. La richiesta di una riunione è stata fatta, ha spiegato un portavoce della Lega, dallo “Stato palestinese”.

Dopo una sospensione delle attività su Gaza di circa dodici ore, l’aviazione israeliana è tornata ad attaccare colpendo un obiettivo nella zona di Beit Lahya, nella estremità settentrionale della Striscia. Fonti locali riferiscono che è stata centrata una postazione di lanciatori palestinesi di razzi e che mezzi di soccorso stanno accorrendo sul posto. In seguito fonti mediche sul posto hanno riferito che l’attacco ha provocato il ferimento di tre persone, fra cui un ragazzo che versa in condizioni gravi. Gli altri due feriti sono, a quanto pare, miliziani dei Comitati di resistenza popolare, l’organizzazione radicale palestinese a cui Israele attribuisce la paternità degli attentati condotti giovedì a nord di Eilat.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico