Matese

Sicurezza stradale, denunce a raffica dei carabinieri

 PIEDIMONTE. I carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese, agli ordini del capitano Vitiello,hanno attuato nelle ultime ore una serie di operazioni di controllo straordinario del territorio, finalizzate a garantire in particolare la sicurezza stradale lungo le arterie principali che attraversano i vari comuni del comprensorio matesino.

Con numerosi posti di blocco istituiti anche nelle ore notturne, i militari del Nucleo Radiomobile e quelli delle varie Stazioni, hanno presidiato strade e piazze dei diciannove comuni ricadenti nelle rispettive giurisdizioni, tra i quali Piedimonte, Alife, Alvignano, Dragoni, Ailano, Prata, Capriati, San Gregorio, Gioia Sannitica e altri. Nel corso delle attività sono stati sottoposti a controllo 130 veicoli in transito e identificate 155 persone.

Sulla Strada Provinciale che collega Piedimonte ad Alife, è stato fermato e denunciato alla competente Autorità Giudiziaria M.M., 20enne di Alvignano, il quale nel tentativo di eludere i controlli, aveva pensato bene di contraffare il numero di targa della propria autovettura, mediante l’utilizzo di nastro adesivo di colore nero. L’auto è stata sottoposta a sequestro, mentre le indagini proseguono per accertare se la motivazione relativa alla contraffazione della targa era per evitare i controlli in materia di circolazione stradale o per la commissione di reati ben più gravi.

Successivamente nel centro abitato di Alvignano, è finita nei guai V.L., 40enne del posto, sorpresa alla guida di un autovettura Fiat Punto senza aver mai conseguito la prescritta patente di guida, mettendo così in grave pericolo la circolazione stradale e l’incolumità dei pedoni. Anche per la 40enne è scattata una denuncia all’Autorità Giudiziaria e il sequestro del veicolo.

Nella vicina Alife, è stato invece fermato A.N., 50enne del posto, sorpreso alla guida della propria autovettura completamente ubriaco. A seguito del controllo l’uomo è risultato positivo al test per rilevare l’eventuale assunzione di bevande alcoliche, mediante l’utilizzo dell’apparato etilometro in dotazione alle unità di pronto intervento. il limite massimo del tasso alcolemico superava di ben tre volte quello previsto dall’attuale normativa. Inevitabile è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza alcolica, il ritiro della patente di guida e il sequestro del veicolo.

Durante la operazioni sono state inoltre contestate 20 violazioni alle norme del Codice della Strada, per un importo totale di oltre 3.000,00 euro e il conseguente decurtamento di punti sulle patenti di guida. Tra le infrazioni più frequenti risultano quelle per il mancato rispetto dei limiti di velocità e della segnaletica stradale, il mancato possesso dei documenti di guida o di circolazione, la mancata revisione del veicolo, il mancato uso delle cinture di sicurezza e l’utilizzo del telefonino cellulare durate la guida. Ritirati anche 6 tra documenti di circolazione e di guida, sottoposti a sequestro 2 veicoli privi di copertura assicurativa e 4 ciclomotori perché condotti da minorenni sprovvisti del casco protettivo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico