Castel Volturno - Cancello ed Arnone

L’Astir rimuove le campane dei rifiuti dalla Riserva dei Variconi

 CASTEL VOLTURNO. Il tanto atteso giorno della bonifica della Riserva dei Variconi è giunto. Ieri mattina intorno alle ore 12 i camion dell’Over Line di San Marcellino, …

…azienda che si è aggiudicata la tormentata gara d’appalto indetta dalla società regionale dell’Astir, al fine di rimuovere i bustoni di rifiuti ubicati da circa un anno sulla Riserva dei Variconi di Castel Volturno, hanno varcato il cancello dell’oasi. Sul posto oltre ai dipendenti e responsabili dell’Astir sono sopraggiunti i dipendenti dell’Over Line, nonché il comandante dei carabinieri della stazione di Castel Volturno, Antonio Izzo, i referenti della Protezione Civile di Castel Volturno, nonché alcuni membri dell’associazione ambientalista delle Sentinelle, che rappresentati da Paola Castelli, da mesi stanno lottando al fine di recuperare l’immagine della suddetta riserva.

’azione in questione concordata tra i vertici dell’Astir e il sindaco di Castel Volturno, Antonio Scalzone, pone fine ad una disdicevole e lunga vicenda burocratica legata ad una annosa gara d’appalto. Gli operatori dell’Astir e dell’Over Line, in base all’accordo preso con il Comune di Castel Volturno, mediante il sindaco Antonio Scalzone e il funzionario di settore Carmine Noviello, hanno selezionato prima il materiale contenuto nelle buste, poi caricato il tutto sui mezzi di trasporto messi a disposizione. Legname e materiale inerte sono stati rimossi dalla duna che costeggia la riserva, pertanto da oggi è iniziato un nuovo discorso e un nuovo percorso storico verso la riserva avifaunistica di Castel Volturno.

I rappresentanti dell’Astir in loco si sono confrontati con i membri dell’associazione Le Sentinelle e hanno avuto un confronto sulla situazione attuale dell’attività svolta ed in itinere. In effetti si è appreso che da oltre un anno l’Astir ha presentato un progetto di recupero della duna e retroduna depositato al Comune. Occorrerebbero solo dei pareri tecnici e delle autorizzazioni da parte dell’Ente. In attesa che partano i progetti di recupero, un primo passo è stato compiuto verso questa area.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico