Caserta

Edilizia Scolastica, Provincia stanzia 3,5 milioni di euro

 CASERTA. Un intervento di manutenzione di grande portata, che toccherà 32 istituti scolastici superiori in tutto il territorio provinciale.

La Provincia di Caserta ha varato un programma imponente, che riguarderà questi 32 edifici scolastici di proprietà dell’Ente, attraverso un investimento di 3,5 milioni di euro, finalizzati ad eliminare situazioni di rischio di vulnerabilità non strutturale e disponibili grazie all’accensione di un mutuo, che graverà interamente sul bilancio provinciale.

I 32 istituti scolastici presso cui si è deciso di intervenire sono: il Liceo Classico “Giannone”, l’Itc “Pavese”, l’Istituto d’Arte di San Leucio, l’Itis “Giordani”, l’Istituto Professionale “Mattei” e l’Itc “Terra di Lavoro” per quel che riguarda la città di Caserta; inoltre, saranno interessati dai lavori anche l’Isiss “Novelli”, il Liceo Scientifico “Quercia”e l’Itc “Lener” di Marcianise, il Liceo Classico “Cirillo” e l’Ipia “Conti” di Aversa, il Liceo Scientifico “Cortese”, il Convitto Nazionale “Giordano” e il Liceo Classico “Giordano” di Maddaloni, sia la sede centrale che la succursale dell’Ipia “Righi” di Santa Maria Capua Vetere, l’Istituto Magistrale “Pizzi” e il Liceo Scientifico “Garofano” di Capua, l’Isa di Cascano, l’Istituto Magistrale “Taddeo”, L’Ipia “Leonardo Da Vinci”, il Liceo Scientifico “Nifo” e il Liceo Classico “Nifo” di Sessa Aurunca, il Liceo Scientifico e Classico “Galilei” di Piedimonte Matese, l’Itcg “Bachelet” e l’Ipia “Majorana” di Santa Maria a Vico, l’Itc “Carli” di Casal di Principe, il Liceo Scientifico “Galilei”e l’Itc “Stefanelli” di Mondragone, l’Isiss “Marconi” e il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Vairano, e il Liceo Scientifico “Fermi” di San Cipriano d’Aversa.

Per l’affidamento dei lavori (l’importo di ogni intervento è inferiore ai 250mila euro; di conseguenza ci sarà spazio anche per piccole e medie imprese edili) è stato deciso di adottare la procedura della cosiddetta “tornata di gara”, che consente alle ditte di partecipare a tutte e 32 le gare presentando un unico plico con una sola documentazione amministrativa e una sola polizza fidejussoria e tante offerte al ribasso per quante gare alle quali si intende partecipare. Tale procedura ha comportato una notevole facilitazione per le ditte partecipanti ed un considerevole risparmio economico, valutabile dai 1000 ai 1500 euro per ogni ditta. Questo sistema, poi, fa in modo che una ditta non può essere aggiudicataria di più di una gara, con la conseguenza che i lavori saranno affidati a 32 ditte diverse. L’iniziativa ha incontrato il favore degli imprenditori edili, come dimostra il dato relativo alla partecipazione di ben 407 ditte, un vero e proprio record per quel che concerne la partecipazione a gare d’appalto.

“Con questa serie di interventi – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – confermiamo la massima attenzione che la nostra Amministrazione intende dedicare all’edilizia scolastica, un’autentica priorità per noi. Questa operazione, poi, – ha aggiunto Zinzi – costituisce un’occasione per realizzare interventi di manutenzione in tempi rapidi negli istituti di proprietà della Provincia, ma consente anche a 32 ditte edili diverse di lavorare in un momento di grave crisi economica”.

Intanto, alla fine del mese di agosto si svolgeranno altre 6 gare d’appalto per effettuare manutenzione straordinaria in 6 edifici scolastici della provincia. Si tratta di 4 scuole di Aversa (gli istituti “Gallo”, “Jommelli”, “Andreozzi” e “Conti”), una di Caserta (il Liceo Scientifico “Diaz”), e una di Piedimonte Matese (l’istituto “Caso”). E’ prevista una spesa di 2 milioni di euro (fondi Cipe) e in questo caso l’appalto sarà gestito dalla Provincia presso la Stazione Unica Appaltante, trattandosi di interventi di entità superiore ai 250mila euro. Le offerte dovranno pervenire entro il 29 agosto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico