Campania

Ospedale Maresca, il sottosegretario Bellotti: “Riferiro’ al ministro Fazio”

Ciro BorrielloTORRE DEL GRECO. “Da quello che ho visto Torre del Greco può diventare un modello positivo per il Sud. Ho molto apprezzato l’importante mole di lavoro già svolto dall’amministrazione guidata da Ciro Borriello per la collettività amministrata.

Nel nostro incontro nella città del corallo il Sindaco mi ha rappresentato nei dettagli gli obiettivi e le finalità di altri progetti volti alla realizzazione di grandi opere: il porto turistico, la cittadella dello Sport, la delocalizzazione e costruzione fuori sito di fabbricati fatiscenti, un insediamento delle attività produttive e non ultimo il rilancio dell’ospedale Maresca”.

Così Luca Bellotti, sottosegretario di Stato al Welfare. “Sono iniziative di straordinaria importanza – ha aggiunto – per il rilancio economico, occupazionale, strutturale e sociale della vastissima area vesuviana. Necessari per fini di riqualificazione ambientale e sociale che mirano al miglioramento concreto del territorio, nonché all’effettivo sviluppo occupazionale. Inoltre, altro aspetto significativo, come riferitomi dal Sindaco, è la preziosa disponibilità di prestigiosi imprenditori privati, pronti ad intervenire in sinergia con il pubblico”. “Sono progetti notevoli – ha concluso l’onorevole Bellotti – cui il Governo centrale non può esimersi dal prestare la dovuta attenzione. Sulla questione relativa all’ospedale Maresca, nel condividere le giuste aspettative presentatemi dal Sindaco, comunico che personalmente riferirò al ministro Ferruccio Fazio l’importanza del rilancio del nosocomio non solo per la comunità torrese, ma per i diversi Comuni viciniori”.

“Nel ringraziare il sottosegretario Luca Bellotti – ha commentato il sindaco Borriello – per la sua disponibilità nel constatare di persona le molteplici attività realizzate e in corso sul nostro territorio, sottolineo che Torre del Greco può essere un reale esempio di buona amministrazione. In proposito, cito i risultati del ciclo integrato dei rifiuti solidi urbani: il costo nel 2005 era di 14milioni di euro, nel 2011 di circa 12milioni e 500mila euro, mentre nel 2012 sarà di 11milioni. Inoltre, sottolineo che nel 2007, inizio della mia consiliatura, la differenziata era appena al 2 per cento, oggi siamo al 50 per cento. Numeri e fatti straordinari, forse unici a livello nazionale”. “Per le realizzazioni delle grandi infrastrutture – ha proseguito il Primo cittadino – che questa amministrazione intende avviare, come ho riferito al Sottosegretario, l’Ente comunale non chiede soldi, ma solo lo snellimento di procedure e vincoli che attualmente ingiustamente ostacolano la rinascita del territorio”.

“È utile rammentare – ha precisato il sindaco –che il centro storico torrese è caratterizzato dalla presenza di numerosi fabbricati di epoca antecedente al 1945, con varie superfetazioni e privi di qualsivoglia pregio storico, architettonico e paesaggistico. Anzi, la conurbazione è talmente intensificata, che non consente la realizzazione di interventi pubblici di riqualificazione urbana quali spazi a verde, parcheggi, piazze, servizi, per una migliore fruibilità del bene pubblico e soprattutto per la salvaguardia della pubblica e privata incolumità, stante l’acclarata condizione di pericolosità in cui versa l’edificato”.

“Auspico che dopo la pausa estiva – ha concluso Borriello – possano esserci successivi e costruttivi incontri istituzionali territoriali, centrali anche direttamente con il presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, affinché si possa concretizzare quanto avviato”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico