Campania

Duplice omicidio a Miano, torna lo spettro della faida di camorra

 NAPOLI. Duplice omicidio a Miano, quartiere a nord di Napoli, intorno alle 16 di venerdì. Due uomini, Salvatore Scognamiglio, 46 anni e Salvatore Paolillo, 34, sono stati uccisi a colpi di pistola all’interno di una sala giochi confinante con il quartiere Scampia.

Sul posto gli agenti della squadra mobile, che non escludono che l’agguato sia collegato all’altro omicidio avvenuto nella notte a Casavatore, comune a nord del capoluogo campano, che ha avuto come vittima Emilio Forino, 29 anni, ritenuto vicino a una nuova ala del clan degli “Scissionisti” Amato-Pagano, attiva tra il quartiere Secondigliano e Casavatore. Anche a Miano sembra siano entrati in azioni due sicari, che hanno aperto il fuoco uccidendo Scognamiglio (sembra legato al clan Lo Russo) e Paolillo all’istante.

Torna, dunque, lo spettro della faida di camorra nell’area a nord di Napoli, per la riedizione degli equilibri dopo le numerose operazioni delle forze dell’ordine che hanno decapitato e decimato i clan della zona. Tra il 2004 e il 2005 il clan degli “Scissionisti” innescò una guerra interna al clan Di Lauro per il controllo delle piazze di spaccio di droga: furono 70 le vittime.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico