Aversa

Strisce blu, Ciaramella: “Basta inesattezze”

Domenico CiaramellaAVERSA. “Sulle problematiche delle strisce blu tutti si divertono a dire tutto ed il contrario di tutto”. Così esordisce il sindaco di Aversa, Domenico Ciaramella, in seguito all’emissione, da parte della Prefettura, di un’interdittiva antimafia nei confronti della società che gestisce il servizio della sosta a pagamento.

“Mi dispiace – continua Ciaramella – che un avvocato di grido della nostra città senza conoscere bene i fatti, si diverte a dire la sua, dicendo cose che, ovviamente, quest’amministrazione non condivide affatto. Sul provvedimento emesso dalla Prefettura di Napoli ci siamo mossi in un certo modo per salvaguardare i circa venti posti di lavoro. Tutti i provvedimenti sono legali, tutto ciò che si dice a contorno, invece, sono cose inesatte”. Ribadisce, poi, Ciaramella, che bisogna continuare a pagare il grattino. “Con questi interventi si disorienta il cittadino che, ovviamente, non sa più cosa fare. Bisogna rispettare, in questo momento, i venti lavoratori e tutti i cittadini di Aversa informandoli che il cosiddetto grattino è sempre in funzione e nessun altro può consigliare di non pagarlo”.

Per quanto riguarda, poi, un’ipotesi di gestione in proprio del servizio, spiega il sindaco: “Informiamo che l’Amministrazione ribadisce di aver preso l’unica decisione che andava presa ed aveva tutte le possibilità di decidere in totale autonomia a prescindere dall’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Napoli”. E conclude: “Se poi tutta questa vicenda deve servire a qualcuno per avere un briciolo di visibilità, allora tutti sono padroni di fare dichiarazioni a dir poco inesatte. Sarà il cittadino a giudicare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico