Aversa

Rapina al Decò, la polizia arresta due aversani

 AVERSA. Nella serata di sabato 6 agosto, un assistente della polizia, libero dal servizio, insieme ai colleghi della squadra volante del commissariato di Aversa, hanno arrestato due giovani per una rapina al supermercato “Decò” di via Riverso.

Si tratta di Rosario Capone, 23 anni, e di Ferdinando Fusco, 35 anni, entrambi di Aversa. Nella circostanza, l’assistente notava un giovane, successivamente identificato in Capone, col volto travisato da sciarpa e berretto, che, impugnando una pistola, usciva frettolosamente dall’ingresso principale del supermercato. Pertanto, avvisava telefonicamente il commissariato e iniziava a pedinare il giovane a bordo di un’auto condotta dal complice, Di Fusco. I due, accortisi di essere seguiti, arrestavano la marcia della loro autovettura in via delle Acacie. A questo punto, il poliziotto, impugnando la propria pistola d’ordinanza e qualificandosi, bloccava prima il conducente e poi il suo complice, il quale tentava una vana fuga a piedi. Proprio in quell’istante giungeva la pattuglia del commissariato, che dava man forte al collega.

Durante una perquisizione personale, gli agenti rinvenivano indosso a Capone la somma di 590 euro, in banconote di vario taglio, provento della rapina consumata, che il giovane teneva celata nella patta dei pantaloni. Mentre all’interno della vettura, nascosta sotto il sedile, venivano trovavi una pistola giocattolo, priva del tappo rosso, un passamontagna e un berretto. I due venivano rinchiusi nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Intanto, sono in corso indagini per accertare l’eventuale responsabilità degli arrestati di altre rapine consumate di recente sul territorio aversano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico