Aversa

Parcheggi, FdS: “Follia (a)giuridica della giunta”

 AVERSA. “La delibera di giunta comunale di Aversa, numero 331 del 28 luglio 2011, è un vero capolavoro”.

Usa l’ironia la Federazione della Sinistra aversana nel commentare la delibera con cui l’esecutivo ha revocato il contratto alla ditta concessionaria della sosta a pagamento, raggiunta da interdittiva antimafia, e contemporaneamente affidato alla stessa il servizio in attesa dell’esito di una nuova gara d’appalto.

“Stranissimo caso, diremmo unico: la giunta revoca un contratto perché ne mancano le condizioni preliminari e contemporaneamente lo proroga subordinando il termine del servizio all’indizione e aggiudicazione di una nuova gara. Chiunque salterebbe sulla sedia per una simile follia (a)giuridica”, sostiene la Fds, che continua: “La giunta prende atto del ‘prevalente interesse pubblico di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica’, però ‘una immediata e brusca interruzione del primario servizio … potrebbe determinare disagi connessi al mancato controllo della sosta’. Piuttosto che fare un po’ di traffico in più, che i cittadini aversani versino soldi ad una impresa che a quanto sostiene lo Stato per voce e scritto del Prefetto potrebbe perseguire interessi criminali di tipo camorristico. Sembra come nel film Johnny Stecchino di Benigni, quando l’avvocato-mafioso confessa con un piacevolissimo accento siculo all’ingenuo sosia del boss che il vero problema di Palermo è il ‘traffico’”.

Il sindaco Domenico Ciaramella ha parlato di un provvedimento resosi necessario per tutelare i lavoratori. Secondo la sinistra, “se lo scrivesse anche in delibera potremmo ritenere le sue parole più veritiere”. Ma la sinistra si chiede: “E’ tutela dei lavoratori lasciarli in balia di un’impresa la cui possibile pericolosità criminale è certificata dal Prefetto? Non li si tutelava di più (con tutti i cittadini di Aversa) assorbendoli in una gestione diretta del servizio da parte dell’Ente, visto che le infiltrazioni camorristiche in queste ditte che gestiscono i parcheggi è oramai fenomeno ‘di massa’ e che un nuovo appalto può aprire ad una nuova lunga attesa pluriennale di un nuovo certificato antimafia, per una nuovissima associazione di imprese?”.

Poi la FdSun’ultima considerazione: “Si dice spesso, e anche a ragione, che il disastro della vita pubblica dell’oggi sia dovuto ad una politica incapace nel suo complesso di amministrare e governare. Vero. Ma è anche vero che quando un’altra politica si affaccia e, con metafora calcistica, propone un nuovo modulo, ‘a zona’, con la difesa che sale per mettere in fuori gioco gli avversari, poi quella politica si trova a giocare in un campo in cui l’arbitro non fischia mai il fuori gioco. Pensiamo che nella nostra terra sia anche ora che gli arbitri mettano mano al fischietto e facciano rispettare le regole, altrimenti non ci sono politiche alternative possibili”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico