Aversa

I carabinieri di Aversa eseguono sette arresti in 24 ore

 AVERSA. Sette arresti in meno di ventiquattro ore. Agosto caldo per i carabinieri del reparto territoriale di Aversa coordinati dal colonnello Francesco Marra.

I primi due arresti hanno visti ospiti delle camere di sicurezza della stazione carabinieri di Frignano in attesa del processo con rito direttissimo una coppia di Villa di Briano. I due, G.S., 44 anni, e E.S., 31 anni, incensurata, avevano allacciato la rete elettrica della propria abitazione direttamente sulla rete pubblica.

Gli stessi militari di Frignano hanno sorpreso mentre trasportavano rifiuti speciali, in massima parte vecchi elettrodomestici, due rumeni di 32 e 19 anni, entrambi pregiudicati. Il furgone utilizzato per il trasporto è stato sottoposto a sequestro.

Sempre a Frignano, i carabinieri hanno arrestato in esecuzione di ordine di carcerazione S.G., 21 anni, pregiudicato di San Marcellino. Il provvedimento restrittivo nei suoi confronti è relativo ai reati di rapina e estorsione che il giovane aveva concretizzato nei confronti dei genitori.

Dramma familiare, invece, a Trentola Ducenta, dove i carabinieri della locale stazione sono stati allertati dalla vittima, una rumena di 40 anni, che il marito, un connazionale quarantaseienne, pregiudicato, stava picchiando. Alla vista dei militari, l’uomo, in evidente stato di ebbrezza, si è scagliato anche contro di loro.

Alla fine manette ai polsi con le accuse di lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. L’ultimo arresto ha visto quale protagonista F.M., 26 anni, di Orta di Atella. Ad arrestarlo i militari della stazione di Sant’Arpino che lo hanno sorpreso mentre passeggiava in via Bugnano, disattendendo gli obblighi degli arresti domiciliari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico