Trentola Ducenta

Rifiuti, Griffo al Consorzio: “Non si scarichino le colpe sui cittadini”

Michele GriffoTRENTOLA DUCENTA. Il sindaco di Trentola Ducenta, Michele Griffo, con una lettera indirizzata al coordinatore Area Siu del Consorzio Unico di Bacino, Raffaele De Rosa, …

… e per conoscenza al Prefetto di Caserta ed al commissario liquidatore, respinge al mittente le accuse per le carenze nel servizio di raccolta differenziata e conferma la volontà di uscire dal consorzio “per poter finalmente usufruire di un’adeguata ed efficiente raccolta differenziata che rispetti i limiti imposti dalla legge”.

“Non ho avuto modo – si legge nella nota del sindaco – di accorgermi dell’attivazione del nuovo calendario di raccolta come dalla S.V. asserito; l’unica cosa certa è che, come già comunicato in precedenza, il servizio non viene regolarmente e diligentemente effettuato; prova ne siano le diverse strade cittadine per nulla servite: Via Montevergine,Via S.Nicola e Via Lucrezio, ed inoltre sia il lato destro che sinistro di Via Martino, servizio attivato di recente su richiesta specifica dello scrivente, come è noto agli operatori del settore in servizio sul territorio. E non poteva essere diversamente atteso che del Responsabile del Controllo del servizio, Sig. Chiatto, non si hanno più tracce da mesi. Per cui mi chiedo come può un servizio funzionare se il responsabile del controllo non fa il proprio dovere e il Comune deve comunque pagargli lo stipendio per il suo disservizio”.

Griffo, inoltre, respinge gli addebiti fatti ai cittadini circa il mancato raggiungimento delle percentuali di raccolta differenziata imposte dalla legge. “Non può, e non glielo consento, scaricare le inefficienze del Consorzio sui cittadini di Trentola Ducenta che vedono mortificato il loro impegno nel differenziare i rifiuti; prova evidente la raccolta del vetro, della carta e dei cartoni per finire alla plastica ed agli ingombranti: servizi, questi, mai regolari e mai svolti in maniera soddisfacente tanto che alla mia richiesta di ulteriori contenitori per il vetro mi è stato risposto di provvedere in maniera autonoma in quanto il Consorzio ne era sprovvisto. Taccio sugli automezzi: meglio non parlarne. Da tutto questo disservizio è normale che ne derivino minimi risultati nella raccolta differenziata (7%), percentuale peraltro raggiunta anche dal Comune di Casapesenna, sempre ad opera del Consorzio Unico di Bacino, dove la S.V. è Assessore. Per cui, come facilmente si desume, è l’inefficacia e/o inefficienza del servizio che porta a tali scarsissimi risultati e non certamente il mancato impegno dei cittadini”.

Il sindaco trentolese conferma la volontà di fuoriuscire dal consorzio: “Per tutto questo, fatti salvi i danni ricevuti e per i quali è in corso la richiesta di risarcimento dei danni, è maturato il convincimento che è sicuramente più vantaggioso, sia dal punto di vista economico che ambientale per l’Amministrazione Comunale e per i cittadini di Trentola Ducenta, intraprendere il percorso per fuoriuscire dal Consorzio di Bacino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico