Trentola Ducenta

“Il casco ti salva la vita”, campagna del Comune e dell’Aifvs

 TRENTOLA DUCENTA. “Il casco ti salva la vita, usalo”. E’ lo slogan riportato su cartelloni pubblicitari che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Griffo ha fatto installare nei principali centri commerciali e luoghi particolarmente frequentati della cittadina.

Macchie di sangue sul selciato, che lanciano strazianti messaggi a chi, per “spavalderia” o per “imbarazzo”, fa a meno del casco. “Tenendo fede agli impegni elettorali e programmatici, in coordinamento con l’associazione Familiari Vittime della Strada, – spiega il sindaco Griffo – questa amministrazione sta riservando particolare attenzione alle problematiche riguardanti al sicurezza stradale, sia in tema di informazione e prevenzione che in opere strutturali, oltre al sostegno anche psicologico ai familiari delle vittime”.

Oltre alla sensibilizzazione per la raccolta di firme, a sostegno della proposta d’iniziativa popolare che sposta le competenze giuridiche dal giudice di pace al giudice monocratico, sono stati immediatamente rimossi tutti i dossi sul territorio cittadino, spesso causa di incidenti, rifatta la segnaletica stradale urbana, messo in sicurezza il manto stradale, oltre alla capillare opera di informazione preventiva negli istituti scolastici cittadini e all’opera di repressione da parte della polizia municipale che mostra tolleranza zero sul mancato uso del casco e sull’inosservanza delle norme del codice della strada.

Da parte sua, il referente aversano dell’Associazione Familiari Vittime della Strada, Biagio Ciaramella, commenta: “La sicurezza è tutelata da ampie norme che quasi nessun pubblico amministratore applica, sottovalutando il problema e non rispettando il dolore dei familiari delle tante, troppe vittime che ogni giorno aumentano sulle nostre strade. Per questo ringraziamo il sindaco Griffo, polizia municipale e il locale comando dei carabinieri, per la loro opera volta a garantire la sicurezza stradale”.

di Franco Musto

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico