Teverola

Incendio Poste, anche l’opposizione chiede riconoscimento per Improda

 TEVEROLA. Il gruppo di opposizione “Patto per Teverola” ritiene che il gesto eroico del maresciallo dei vigili urbani Luigi Improda, …

… che non ha esitato a rischiare la propria incolumità personale per salvare altre persone in pericolo di vita durante l’incendio divampato all’ufficio postale di via Cavour, debba essere riconosciuto non con un semplice encomio, così come proposto dalla maggioranza Lusini, ma con una meritata ricompensa a livello professionale, attraverso una progressione di carriera e avanzamento di gradi.

Un pensiero che i consiglieri Gennaro Melillo, Tommaso Barbato, Nicola Picone, Antonio Menale e Biagio Pezzella hanno manifestato nel corso dell’ultima seduta consiliare, proponendo ad Improda la qualifica di ufficiale con grado di sottotenente, oltre all’assegnazione di apposita medaglia. Proposta che, però, non è stata accettata: “Purtroppo, – fanno sapere dall’opposizione – il sindaco Lusini e la sua maggioranza non hanno accolto la nostra proposta, cioè premiare il gesto eroico del maresciallo Improda, ma si è limitata solo a un semplice encomio”.

Di recente, anche il segretario regionale del sindacato Osapp (Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria), Vincenzo Palmieri, ha scritto alle massime autorità istituzionali e di sicurezza della Regione Campania e della Provincia di Caserta, nonché del Comune di Teverola, per chiedere un’onorificenza e una promozione al maresciallo Improda che, tuttavia, potrà accontentarsi della stima che, oggi più di prima, nutre la comunità teverolese nei suoi confronti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico