Sparanise - Pignataro Maggiore - Francolise - Calvi Risorta

Pignataro, una piscina comunale nel bunker del boss Ligato

la piscina nella villa di LigatoPIGNATARO. “Stiamo pensando di realizzare una piscina comunale che potrebbe essere inserita nella stesura del nuovo Puc a Pignataro Maggiore.

La nostra attenzione è concentrata sulla grande piscina che si apre nella villa bunker confiscata alla famiglia del sanguinario boss Ligato”. Ad annunciarlo è il sindaco di Pignataro Maggiore, Raimondo Cuccaro.

“Stiamo valutando una serie di ipotesi – continua il primo cittadino – per trasformare l’invaso esistente in una struttura capace anche di ospitare manifestazioni sportive e gare agonistiche, ma è un progetto che deve maturare nel quadro generale del nuovo Piano Regolatore, in modo da riassettare tutta la zona che si estende intorno all’immobile confiscato alla famiglia Ligato. La piscina appartenuta ai Ligato potrebbe essere sottoposta a lavori di riqualificazione e ottimizzazione per diventare una piscina comunale di grandi proporzioni”.

“Nelle intenzioni della maggioranza – continua Cuccaro – c’è soprattutto lo screening su villa Ligato; abbiamo infatti progettato di far mettere in sicurezza la struttura prima di decidere cosa fare del bunker, o almeno della parte ancora agibile che si è salvata dagli anni di incuria ascrivibile alla cooperativa Icaro che ha gestito, solo sulla carta senza alcun progetto reale, il bene negli ultimi sette anni. I due piani della struttura potrebbero essere ‘ridotti’ a una sola superficie nella quale potrebbe essere allestito uno spazio sportivo con sale per conferenze e per la formazione professionale. La piscina, invece, sarebbe una delle più grandi strutture sportive pubbliche dell’alto casertano. In autunno vorremmo incontrarci nuovamente con Don Ciotti per decidere sul posto come iniziare la piena riconversione della struttura, mettendola a disposizione dei giovani che, purtroppo oggi, devono recarsi in altre città per fare un tuffo in piscina o per stare insieme in una struttura sportiva degna di questo nome”.

“Quindi, – conclude il sindaco – le nostre priorità dopo la pausa estiva saranno queste: il nuovo Puc per consentire a tutti di farsi una casa dignitosa sui terreni di proprietà e una piscina comunale all’avanguardia per far ripartire l’associazionismo e la voglia dei giovani di stare insieme in maniera sana, facendo dello sport”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico