San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

S.Maria a Vico, Iaia su fondo alimentare: “Già era programmato”

Antonio IaiaS. MARIA A VICO. “In merito al comunicato stampa diramato dai Giovani Democratici, in cui si riferisce di una vittoria da loro conseguita per l’istituzione del Fondo Alimentare, è necessaria una precisazione.

Lo dichiara in nota, Antonio Iaia, assessore alle politiche sociali del Comune di Santa Maria a Vico. “L’istituzione del Fondo Alimentare era stato messo in preventivo il 2 marzo scorso nella programmazione del bilancio. Quindi, ben quattro mesi prima della richiesta dei Giovani Democratici, che risale al mese di maggio. Il sindaco Alfonso Piscitelli e l’intera giunta comunale avevano ritenuto opportuno di non dare risalto alla proposta inserita nella programmazione del Bilancio, per sensibilità verso le persone che vivono il problema”.

L’assessore poi interviene su un’altra dichiarazione dei Giovani Democratici di Santa Maria a Vico, ossia che “dalla loro fondazione, hanno fatto propri valori come il rispetto dell’avversario politico, la centralità delle istituzioni democratiche, il dialogo civile”. “Ebbene – ribatte Iaia – si smentiscono nel momento in cui, in ogni occasione e andando fuori tema continuano a fomentare polemiche abbondantemente superate. Polemiche innescate, tra l’altro, dal capogruppo del Pd nel momento in cui ha offeso l’onorevole Vincenzo D’Anna”.

LA REPLICA. A stretto giro arriva la replica del Pd e dei Giovani Democratici che, in una nota congiunta, commentano: “Siamo compiaciuti di aver appreso che il ‘pacco dono’ (e non il fondo alimentare da noi proposto) sia stato già previsto nel bilancio antecedente alla nostra richiesta. Per noi non è importante chi per primo propone, ma conta chi realmente si spende e si impegna per iniziative popolari. Non si può negare ai Giovani Democratici il loro slancio politico e la bontà della loro idea e né li si può accusare di essere fomentatori di polemiche. La nostra linea non strumentalizza l’attacco personale per trasformarlo in lotta politica. Continueremo, come sempre, a fare un’azione concreta, leale e sana, che sia specchio e riflesso delle esigenze della cittadinanza. Abbiamo superato da tempo questa vecchia concezione ed abbiamo voltato pagina, e voi?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico