Orta di Atella

Un anno da incorniciare per l’Unione Sportiva Culturale Atellana

 ORTA DI ATELLA. La favola dell’Unione Sportiva Culturale Atellana non finisce di stupire la città di Orta di Atella e i propri tifosi, al punto da diventarne un vero e proprio oggetto di vanto.

Nell’ultimo mese, la società cara al presidente Maria Grazia Capasso ha aggiunto alla propria bacheca altri preziosi successi, fra cui il trionfo nelle categorie under 12, under 14 e seniores maschile al Torneo di Pallamano Internazionale di Gaeta svoltosi nella città Pontina ad inizio mese che ha visto la partecipazione di formazioni provenienti da mezz’Europa (Francia, Repubblica Ceca, Ucraina, Svezia, Italia).

Dunque, quella che a prima vista sembrerebbe un’annata fortunata con queste ininterrotte affermazioni, in realtà documenta la passione e la competenza di tecnici e dirigenti che con il loro quotidiano impegno stanno dando sostanza a quel modello di progettazione pluriennale che ha come sfondo l’affermazione dell’alto valore sociale e culturale delle politiche sportive intese come un elemento determinante nella crescita morale dell’intera comunità, ed in particolare delle giovani generazioni. Il dato di fatto che ne emerge netto, terso, è che ad Orta di Atella si sta scrivendo una pagina indelebile sul fronte sportivo.

La favola ortese non è passata inosservata agli occhi delle cronache italiche, tant’è che il canale satellitare Skysport24, approfittando anche della militanza tra le fila giallorosse di Martina Franova, sposa di Marek Hamsik, ha pensato bene di dedicare un servizio all’Usca.

“E’ stata una stagione sportiva da incorniciare. – spiega Capasso, la numero uno di via Sanzio – Il mio primo pensiero, oltre ai ragazzi, alle rispettive famiglie e ai tifosi che ci hanno seguito in questo splendido cammino, va a chi ha collaborato in maniera incisiva con le nostre attività, fra cui l’ amministrazione cittadina ortese, nella persona del primo cittadino Angelo Brancaccio, che ha permesso l’ utilizzo del“Palalettieri”. Un grazie accorato va, inoltre, a tutti gli sponsor che ci hanno permesso di disputare con regolarità i rispettivi campionati”.

L’Usca, nella stagione sportiva appena conclusasi, con le proprie attività ha partecipato a varie competizioni. E, visto l’epilogo Gaetano, non è complicato immaginarne gli esiti. Un trionfo continuo. In tutte le categorie. In quella maschile come in quella femminile. Il cliché è sempre identico. Partendo dalle competizioni maschili, la società di via Sanzio si è aggiudicata la seconda piazza del podio nel secondo campionato nazionale (A2), il terzo posto nella categoria Under 18 e nel campionato regionale under 14 regionale.

Ad arricchire il palmares, ci ha pensato il titolo di campione regionale conquistato nella categoria Under 12. Anche sul fronte femminile i risultati sono stati molto lusinghieri: sesto posto nel secondo campionato nazionale, dove però le atellane sono state la compagine più giovane del torneo, terzo posto campionato nazionale Under 18, vice campione nazionale Under 16, secondo posto campionato regionale Under 14. Il tutto impreziosito dalla convocazione in nazionale di due atleti. Meglio di così!

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico