Italia

Rifiuti, De Magistris accusa Lega: “Ha sbattuto porta in faccia a Napoli”

Luigi De MagistrisNAPOLI.Vanno avanti i contatti con gli altri Comuni per arrivare a un accordo per i rifiuti di Napoli. Il primo cittadino partenopeo, Luigi de Magistris, si dice “soddisfatto” di come stanno andando le cose e sottolinea che “oltre Milano e Genova, ce ne sono altri”.

Quella di ieri, ha poi ribadito, “è stata una giornata importante” per l’intervento delle 14 Regioni che si sono dette disponibili a mostrare solidarietà e “per l’intervento dello stesso presidente del Consiglio”. “L’appello di Berlusconi e quello di Napolitano vanno nella direzione giusta – ha affermato – ora servono i passi necessari formali soprattutto dal presidente della Regione Campania”. “Il lavoro che stiamo facendo a Napoli sta producendo frutti – ha aggiunto – ma sarò contento e soddisfatto solo quando usciremo da questa situazione di difficoltà e potremo attuare le nostre politiche”. “Per adesso mi dico soddisfatto – ha concluso – perchè in condizioni drammatiche siamo usciti da difficoltà che potevano farci soccombere”.

“La Lega ha sbattuto la porta in faccia a Napoli e alla Campania e ciò indica come in questi anni abbia appoggiato l’affarismo che ha governato in Campania – ha aggiunto il sindaco, commentando la posizione della Lega Nord sulla questione rifiuti – La Lega, a parole, è schierata contro gli apparati politici ma in realtà è una delle stampelle fondamentali dell’apparato partitocratico. In realtà ha paura di questa classe dirigente e che possano cambiare gli equilibri politici. Napoli – ha concluso – avrà un grande riscatto non solo politico, ma anche economico e sociale”.

I vigili del fuoco del Comando provinciale di Napoli hanno dovuto eseguire 30 interventi nella notte per spegnere roghi di rifiuti. La situazione, nelle strade della città appare migliorata nella zona centrale e nei quartieri collinari del Vomero e Posillipo, ma resta pesante a Fuorigrotta, Soccava, Pianura, periferia occidentale e nella periferia orientale. Rimossi i sacchetti restano comunque per le strade ingombranti e materiali non raccolti anche nelle strade panoramiche.

Sono 1.120 le tonnellate di rifiuti in giacenza oggi nelle strade di Napoli. È quanto rende noto Asia, azienda speciale del Comune di Napoli responsabile della raccolta dei rifiuti in città. Una leggera diminuzione rispetto ai ieri, quando si registravano circa 1.200 tonnellate di spazzatura non raccolta a Napoli. I quartieri dove si concentra la maggior parte delle giacenze sono periferici, tra cui Fuorigrotta.

L’Asia ha potuto scaricare negli impianti di Giugliano, Tufino e nell’ex Icm, dove sono state conferite 100 tonnellate. A Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, i conferimenti inizieranno alle 14 ma, spiega Asia, per Napoli la possibilità di conferire le 200 tonnellate previste è ridotta perchè l’impianto lavora su una linea e oggi serve anche le altre province. Nessun conferimento per ora nel sito di stoccaggio di Caivano. In provincia la situazione è critica a Giugliano, nei centri limitrofi e sul litorale flegreo, a Pozzuoli. E proprio nel centro puteolano si sono registrati anche sit-it e proteste per le tonnellate di spazzatura nelle strade.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico