Italia

Esodo estivo con traffico regolare: 6 italiani su 10 restano a casa

 ROMA.La mattina del secondo giorno del ‘grande esodo’ di fine luglio conferma che, nonostante il bollino nero, l’ultimo fine settimana di luglio è caratterizzato da partenze intelligenti degli italiani.

O dalle non partenze di chi resterà in città. Posticipando le ferie, o addirittura senza farle. Per Censis e Confcommercio, quest’anno resta a casa il 60 per cento degli italiani, 6 su 10, e la grande maggioranza “ha addotto come giustificazione l’esigenza di risparmiare, mentre circa il 5 per cento ha detto di preferire le vacanze in altri periodi dell’anno”. Ad agosto – secondo lo studio – poco più di 16 milioni di italiani faranno una vacanza, su un totale di quasi 24 milioni stimati per il periodo tra giugno e settembre. La vacanza e il viaggio, però, sono più corti rispetto al passato.

Come già sabato, sulle strade dunque ancora si segnalano poche code, senza particolari problemi. Anche sulla Salerno-Reggio Calabria la circolazione è stata agevole per tutta la giornata, con traffico, in particolare in direzione sud, intenso al tempo stesso scorrevole. Secondo quanto comunicato dall’Anas i volumi di traffico hanno raggiunto un picco orario di traffico nella notte scorsa con circa 3400 veicoli.

La fluidità della circolazione lungo l’autostrada A3 è dovuta, peraltro, alle aperture dei giorni scorsi di nuovi tratti in Campania (2 km all’altezza di Pontecagnano e 6 km tra Contursi e Sicignano) e in Basilicata (13 km tra Padula e Lagonegro) che hanno reso fruibili i primi 123 km di nuova autostrada. Autostrade per l’Italia segnala comunque un traffico più intenso sull’Adriatica e, in particolare, tra Cesena e Imola (in direzione nord) come anche tra Cesena e Rimini Sud (in direzione sud). Qualche coda anche sull’autostrada del Brennero A22, all’altezza del chilometro 170, in direzione nord a causa di un tamponamento fra tre auto.

In Calabria, inoltre, sono stati resi disponibili a due corsie per senso di marcia 8 km tra Altilia e San Mango D’Aquino, nell’ambito dei lavori del macrolotto 4b, tra Altilia e Falerna, nel cosentino. Sui pannelli a messaggio variabile, che da quest’anno forniscono anche i tempi di percorrenza agli automobilisti lungo tutto il percorso autostradale, al momento, sono indicati 14 minuti per raggiungere Battipaglia da Salerno, 60 minuti per raggiungere Padula-Buonabitacolo, 2 ore e 16 minuti per arrivare a Sibari, in Calabria, e circa 5 ore fino allo svincolo di Villa San Giovanni, al km 434.

A parere della Federconsumatori quanto sta avvenendo oggi è la conferma del fatto che si è detto addio alle canoniche due settimane di ferie, e si preferisce il ‘mordi e fuggi’ strutturale. “Naturalmente la crisi che pervade il paese ha fortemente condizionato i comportamenti e la recente manovra economica ha ancora di più depresso sia le condizioni di potere d’acquisto delle famiglie”. L’83 per cento di chi è in vacanza soggiorna in case, in albergo o nelle strutture extra-alberghiere, mentre il 17 per cento va soltanto nella casa di villeggiatura. La durata media delle vacanze estive 2011 è di 10 giorni, ma in generale, se nella maggioranza dei casi la durata sarà identica a quella dell’anno scorso, “una quota consistente (22 per cento) farà vacanze più corte, probabilmente in un’ottica di razionalizzazione, cercando di risparmiare”.

Nonostante il “rito agostano”, affermano Censis e Confcommercio, “coinvolga la maggior parte delle persone in villeggiatura, ben il 33 per cento ha fatto la vacanza a giugno o luglio e una quota del 12 per cento partirà a settembre”. Le vacanze – aggiunge l’indagine – restano “un tratto importante dello stile di vita di un numero consistente di famiglie italiane. Se è vero che il 40 per cento si muoverà o si è già mosso in questo periodo estivo, una quota del 20 per cento ha detto di aver fatto un periodo di vacanza con almeno 3 pernottamenti fuori casa nella prima parte dell’anno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico