Italia

Debito Usa mette scompiglio nei mercati: giù Piazza Affari

 MILANO. Apertura in calo per le Borse europee dal momento che pesano i timori di un possibile default degli Usa, oltre che per l’assenza di un accordo tra repubblicani e democratici americani.

In Italia,a Piazza Affari, l’indice Ftse Mib cede in avvio l’1,14% a 19.234 punti. Parigi è A -0,57% , Francoforte perde lo 0,71%. Male le banche, con Unicredit a -3,23%. Non è andata meglio per Tokyo, che ha chiuso la seduta in calo dello 0,8. A complicare la situazione c’è la decisione di Moody’s di tagliare ancora il rating sul debito della Grecia, a un passo dalla soglia predefinita di default: da “Caa1” a “Ca”.

Tra i finanziari, il Banco Popolare lascia il 4,72%. Unicredit il 4,86%, Fonsai il 4,03%, mentre la Bpm è in calo del 3,80%. Mps perde il 4,08%, Intesa Sanpaolo il 3,94%. In calo dello 0,22% Fiat, che diffonderà i risultati nel corso della giornata. Fiat, che invece diffonderà i risultati martedì, lascia l’1,22%.

Negli Stati Uniti, intanto, non c’è ancora un accordo tra repubblicani e democratici, che avanzano piani diversi per ridurre il deficit e il debito. Il presidente Barack Obama vede i leader democratici del Congresso, Harry Reid e Nancy Pelosi. Lo speaker della Camera, John Boehner, aggiorna i membri del suo partito sulle negoziazioni. Le parti sono ancora distanti, con i repubblicani che spingono per un accordo in due fasi e i democratici che si oppongono a un piano a breve termine. Il segretario di Stato americano Hillary Clinton si è detta “fiduciosa” circa il raggiungimento di un accordo a Washington sul debito Usa. Nel frattempo, l’oro vola a New York, sulla scia dell’impasse sull’aumento del tetto del debito che innesca la corsa degli investitori ai beni rifugio per ripararsi da una possibile crisi. Le quotazioni dell’oro salgono dello 0,9% a 1.616,50 dollari l’oncia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico