Home

Juventus: “Aguero non arrivera’ solo per offerta superiore alla nostra portata”

AgueroMarotta fa il punto della situazione in casa bianconera. L’Ad della Juventus sta conducendo una campagna di mercato di altissimo livello visto soprattutto il possibile arrivo della stella Aguero.

Questo modo di agire, come sottolinea lo stesso Marotta intervistato da Tuttosport, è dettato proprio dall’ambiente: “Tutti si aspettano che la Juventus sal­ga sul podio del vincitore e questo è il peso maggio­re. Quando ci penso mi viene quasi un timore reve­renziale, ma ho anche la consapevolezza di potermi muovere con una società forte, e che ha messo a di­sposizione della dirigenza i mezzi necessari. Conduco un mercato da provinciale? Voglio dire che la furbizia che devi avere per tratta­re un giocatore è la stessa in Provincia e alla Juventus. Non c’è più la possibilità di trovare uno sprovve­duto davanti a te. E non c’è più la squadra che può essere condizionata troppo dalla Juve. Il calcio è sempre più business. Detto questo, quando rappre­senti certi club come la Juventus in alcuni momenti sei agevolato”.

Segnali evidenti di una sorta di senso di responsabilizzazione nei confronti di una tifoseria che ha visto svanire praticamente tutti gli obiettivi la scorsa stagione. Inevitabilmente a tenere banco è la questione Aguero: “I soldi vogliamo spenderli bene. Il tergiversare non è sinonimo di insicurezza, semmai è strategia. Biso­gna inserirsi al momento giusto. Non c’è una scaden­za. Abbiamo le idee chiare. Se ci portano via Agüero sarà solo a causa di un’offerta economica fuori dalla nostra portata”. Difficile dire se l’argentino arriverà, fatto sta che la dirigenza bianconera finora non si è mostrata per niente statica, non volendo correre il rischio di farselo soffiare.

Quando si cerca di ricominciare ad alti livelli c’è la possibilità che venga ceduto qualche nome illustre come nel caso di Marchisio: “Del suo futuro ne abbiam già parlato. Noi vogliamo tenerlo a Torino ma molte cose nel calcio cambiano in fretta”. Sulla questione cessioni poi chiarisce: “Qualcuno speriamo di sistemarlo prima della partenza, ma entro gio­vedì non sarà possibile riuscirci con tutti. I di­retti interessati, ovvero quelli che con non rien­trano nel progetto, an­dranno a Bardonecchia con la consapevolezza di potersene andare da un momento all’altro. E’ suc­cesso pure la scorsa esta­te con Del Neri. Se saran­no numerosi, toccherà al­l’allenatore organizzare e dividere il lavoro nel mo­do più ottimale possibi­le”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico