Esteri

Norvegia, Breivik chiede dimissioni governo. Laburisti aumentano consensi

Anders Behring BreivikOSLO.In cambio di nuove rivelazioni agli inquirenti, l’autore della duplice strage di Oslo e Utoya, Anders Behring Breivik, ha chiesto le dimissioni del governo e dello stato maggiore norvegese, nonché l’abdicazione del re di Norvegia Harald V.

Secondo quanto si è appreso, in occasione del suo interrogatorio di venerdì scorso, Breivik avrebbe anche chiesto di essere nominato alla guida dell’esercito. Ovviamente, ha riferito la televisione di stato, la polizia ha respinto le sue richieste: gli inquirenti hanno fatto sapere che, nonostante questo, Breivik avrebbe comunque collaborato. Sabato, il capo dell’indagine Paal-Fredrik Hjort Kraby ha spiegato che Breivik si è mostrato “molto disponibile” a rispondere alle domande della polizia, con un’unica eccezione: ha opposto il suo silenzio alle richieste di chiarimenti su presunte “cellule” che potrebbero averlo aiutato nel suo piano omicida.

Dopo la strage, in cui il trentaduenne norvegese ha preso di mira i giovani che partecipavano ad un campo estivo laburista – uccidendo in tutto 77 persone, comprese le vittime di Oslo – la popolarità del partito al governo ha avuto un picco di popolarità: la formazione del primo ministro Jens Stoltenberg ha raggiunto il 41,7 per cento dei consensi, secondo questa indagine popolare compiuta il 29 e 30 luglio, con un incremento di 11,1 punti percentuali rispetto allo scorso mese di giugno.

Il partito del progresso (destra populista), cui si sentiva vicino l’autore degli attacchi Anders Behring Breivik, ha invece registrato un calo di tre punti percentuali, scendendo al 16,5 per cento. I conservatori, da parte loro, hanno perso quasi cinque punti passando dal 28,5 per cento di giugno all’attuale 23,7 per cento. Il sondaggio è stato svolto dall’istituto Synovate, contattando 500 persone in rappresentanza della popolazione norvegese.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico