Monte Santa Croce

Festa di Sant’Anna a Sipicciano di Galluccio

 GALLUCCIO. Gioia, passione e volontà sono elementi indispensabili all’organizzazione di un evento molto sentito dalla comunità come la festa patronale in onore di Sant’Anna, eminente figura della chiesa venerata a Sipicciano di Galluccio, piccola perla demografica dell’alto casertano.

Siamo certi che senza questi tre fondamentali elementi il comitato festeggiamenti nelle persone di Alberto Capraro e Danilo Merola, sicuramente non c’è l’avrebbe fatta a sostenere un’organizzazione tanto impeccabile, resa maggiormente proibitiva dal forte indice di immigrazione che negli ultimi decenni ha contribuito alla spopolamento del paese.

Il folto programma dei festeggiamenti, apertosi come da protocollo con i rituali religiosi, ha raccolto un grande numero di partecipanti che con amore e devozione si sono recati presso la Sacra effige di Sant’Anna donando un omaggio floreale a colei che diede al mondo la Vergine Santissima Maria. Due giorni intensi animati dal parroco don Augusto Rotolo dal punto di vista religioso e da iniziative belle quanto essenziali dal punto di vista civile.

La giornata più intensa è stata quella dedicata a S. Anna con lo svolgimento della sentita processione per le strade di Sipicciano coronata da uno sparo sensazionale che ha reso felici tutti i presenti. La serata è stata magnificata dal Gran concerto bandistico Città di San Giorgio a Liri -Regione Lazio diretto dal maestro Giuseppe Giuliano che ha incantato la platea con musiche e parole capaci di creare un’atmosfera letteralmente suggestiva.

I festeggiamenti sono stati conclusi nella serata del 27 dal complesso “L’epoca di Piedigrotta” con musiche della Bella Napoli. Il comitato coglie l’occasione per ringraziare la popolazione di Sipicciano per la generosità dimostrata auspicando la stessa partecipazione per i festeggiamenti di San Bartolomeo previsti per il prossimo 24 agosto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico