Caserta

Igiene urbana, istituiti cinque nuovi nuclei di controllo

 CASERTA. Filo diretto Comune-cittadini per il controllo del territorio sul fronte dell’igiene urbana. Per la prima volta nella storia di Caserta, l’amministrazione comunale mette a disposizione i recapiti telefonici diretti dei dipendenti che effettuato il servizio di igiene urbana sul territorio.

Il sindaco Del Gaudio, infatti, durante una conferenza stampa tenutasi venerdì mattina nella sala giunta di Palazzo Castropignano, ha annunciato l’istituzione di cinque nuclei ispettivi di igiene urbana, i quali avranno il compito di controllare il territorio e monitorare le isole ecologiche, nonché effettuare servizi di espurgo e pulizia delle caditoie e griglie stradali, diserbo, disinfestazioni e derattizzazioni.

I nuclei saranno dislocati in cinque zone di Caserta: zona A (Briano, Ercole, Mezzano, Puccianiello, Rione Tescione, Sala, San Leucio, Vaccheria) è affidata agli ispettori Giaquinto (335/8405144) e Napoletano (335/8429757); zona B (Casola, Casertavecchia, Pozzovetere, Sommana, Casolla) è affidata agli ispettori Massaro (338/1446156) e Ragozzino (328/4661502); zona C (Centurano parco Cerasola, San Clemente, Santa Barbara, Tuoro, Garzano) è affidata agli ispettori Lieto (335/8734467) e Santangelo (335/1500628); zona D (Centurano, 167, quartiere Acquaviva, San Benedetto, Tredici, Falciano) è affidata agli ispettori Farina (335/8312161) e Rimpatriato (335/1500615); ed infine, la zona E (Quadrilatero del centro città – asse nord via la Pira, asse sud via Ferrarecce e piazza Garibaldi – asse est via Borsellino – asse ovest via Gasparri) è affidata agli ispettori Antonucci (335/1500618) e Rivetti (335/1500624).

Inoltre, sempre nell’ambito di un percorso di collaborazione con i cittadini, avviato qualche settimana fa, sul fronte di un miglioramento sia in termini quantitativi che qualitativi della raccolta differenziata, il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio, ha reso nota un’ordinanza (n° 24 del 14/07/2011) nella quale “è fatto divieto alle utenze commerciali e artigianali depositare i rifiuti provenienti dalla propria attività in maniera incontrollata. Ai contravventori dell’ordinanza sarà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria da 300 a 3mila euro; per i rifiuti pericolosi la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio”.

Presenti alla conferenza stampa, anche il vicesindaco Vincenzo Mario Ferraro e il dirigente comunale all’ecologia, Carmine Sorbo. “Abbiamo voluto dare un segnale chiaro e mirato alle associazioni di categoria dei commercianti e degli artigiani”, ha detto il sindaco. “Non possiamo consentire che i negozianti e le mega strutture civili e militari presenti sul territorio – continua Del Gaudio – non facciano la raccolta differenziata. Il nostro obiettivo è quello di farla volare a livelli di premialità. L’obiettivo che ci siamo prefissati per il 2011 non è impossibile; al momento siamo al 43 per cento e dobbiamo oltrepassare il 50 per cento”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Maltempo in Puglia, il Ponte del Ciolo diventa una "cascata" - https://t.co/QDyUShqdVl

Cesa, approvato progetto esecutivo per rete fognaria in via Fratelli Cervi - https://t.co/hqcTvo9ajv

La cocaina della 'Ndrangheta in Lombardia: arresti tra Corsico e Reggio Calabria - https://t.co/0NwNXg6Kzi

Traffico di droga nel Piacentino con "scalo" al porto turistico di La Spezia: 10 arresti - https://t.co/hZ5ZyeN0tu

Condividi con un amico