Casaluce

Ambito C3, Luongo: “Solo una lotta di potere”

Francesco LuongoCASALUCE. Il consigliere Francesco Luongo, a seguito di un incontro tenutosi presso la sede del comitato cittadino “Centriamo”, per discutere degli argomenti trattati nel corso dell’ultimo consiglio comunale, …

… tra i quali il rifiuto da parte del sindaco Nazzaro Pagano di istituire la commissione edilizia, si sofferma con toni perentori sulle vicende che stanno riguardando l’ambito C3 per i servizi sociali. “Sulle questioni, pur importanti, che riguardano ad esempio la trasparenza sulla gestione dell’ufficio Urbanistica ci batteremo sempre con decisione. Ma sulle questioni vitali dei servizi sociali, sulla pelle della gente che soffre – afferma Luongo – la battaglia sarà senza quartieri”.

A questo punto Luongo entra nel merito della polemica che ha portato alla spaccatura dei Comuni dell’ambito C3, che ora vede Casaluce Comune capofila e Aversa e Succivo pronti ad organizzare un nuovo ambito. “Al momento – spiega Luongo – vedo solo una lotta di potere che vede come primo obbiettivo dei e del protagonista quello di perseguire una vana gloria personale che nulla ha a che fare con la salvaguardia della salute e delle condizioni di vita delle persone che soffrono”.

Per questo Luongo annuncia che “l’approccio volto alla discussione e alla mediazione avuto su altre vicende (il consigliere di opposizione si riferisce alle varie richieste di collaborazione avanzate dentro e fuori il Consiglio dal gruppo di minoranza a quello di maggioranza per gestire nel modo migliore la cosa pubblica, richieste non accettate dal sindaco), su questa non ci sarà. Le idee le abbiamo già abbastanza chiare su quello che sta accadendo e se si andrà avanti così – annuncia Luongo – non escludiamo di rivolgerci a tutti gli organi competenti per garantire la legalità su di un argomento che, lo voglio ripetere, e di importanza fondamentale”.

Il primo passo da fare è quello di contattare i consiglieri di maggioranza “che sicuramente – afferma Luongo – sono in buona fede, per capire se anche loro vorranno denunciare al fine di stroncare sul nascere una vicenda gravissima”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico