Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Madonna: “La differenziata a Casal di Principe ha raggiunto il 30%”

Michelangelo MadonnaCASAL DI PRINCIPE. L’assessore all’Ambiente del comune di Casal di Principe, Michelangelo Madonna, ne è sicuro: “Qui la raccolta differenziata entro la fine dell’anno toccherà il 50%”.

Incontriamo il titolare delle politiche ambientali casalesi, in una pausa del suo lavoro quotidiano, nel suo ufficio che ormai presidia senza sosta. Madonna produce un primo report del mandato sin qui svolto e ci tiene a mostrare subito “tanto ottimismo”. E poi annuncia: “Abbiamo appena raggiunto il 30% di raccolta differenziata e i progressi segnati in questi pochi mesi ci fanno davvero ben sperare: non solo nel prossimo futuro della differenziata ma sulla politica dei rifiuti in generale”. Di qui il suo plauso all’indirizzo dei ragazzi del consorzio di raccolta rifiuti di Caserta, che sono circa 20 (venti). “Faccio i miei complimenti al gruppo che sta lavorando alacremente e con bravura, specialmente al dirigente capo servizio Falconetti e ad Arturo Massaro e Vincenzo Capasso, solo per citarne alcuni. Ma è l’intero gruppo che ha il merito di non lesinare sforzi e, soprattutto, di assecondare i programmi di questa amministrazione”. Dicevamo dell’intero comparto dei rifiuti: ebbene, in merito è da registrare un altro importante annuncio dell’assessore Madonna: “Fra poco questo assessorato provvederà a pubblicare il bando per l’attivazione dell’isola ecologica”.

E questo è un altro tassello straordinariamente rilevante e atteso, sul quale l’amministrazione di Pasquale Martinelli conta da tempo. Insomma, la politica ambientale casalese sta facendo segnare buoni risultati, per cui Madonna ringrazia espressamente tutti i cittadini “che stanno dimostrando una accresciuta sensibiiità ambientale e che stanno collaborando attivamente”. E proprio su questa collaborazione, l’assessore punta decisamente: “i concittadini casalesi devono sapere che quest’amministrazione è grata a loro per la disponibilità dimostrata e che quanto più collaboreranno tanto più si potrà pensare, l’anno prossimo, alla riduzione delle bollette Tarsu”. Della serie: vedi come l’amministrazione ti premia i cittadini quando si dimostrano responsabili e partecipi della vita e dei bisogni comunali.

“Questo è un discorso che deve riguardare ogni comparto della vita del nostro paese – commenta il sindaco Martinelli – e il ruolo sacrosanto del cittadino contribuente: ognuno deve poter comprendere che nella stessa misura in cui esplica il diritto di cittadinanza, partecipa e contribuisce alla vita comunale e paga i tributi, così l’intera comunità può conseguire risultati positivi, crescere e svilupparsi”.

E questo discorso presto riguarderà l’intera materia dei tributi, per cui l’amministrazione comunale casalese sta pensando ad una grande campagna di sensibilizzazione ed informazione. E’ un problema che sarà affrontato e reso nei particolari nei prossimi giorni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico