Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

La cooperativa Agropoli e le Terre di Don Diana su Raiuno

 SAN CIPRIANO. La trasmissione registrata al Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei, in onda venerdì 29 luglio, su Rai Uno, alle ore 21.15, vedrà la presenza di Massimo Rocco, presidente della cooperativa Le Terre di don Diana di Castel Volturno …

… e di Silvia Pagano della cooperativa Agropoli di San Cipriano D’Aversa che gestisce un bene confiscato alla camorra e promotrice della straordinaria realtà Nuova Cucina Organizzata. Lo spettacolo televisivo dedicato ai grandi valori della Pace e della Carità e condotto da Massimo Giletti affronterà diversi temi legati a quelle persone che mettono la loro vita a disposizione degli altri, soprattutto di coloro che sono in difficoltà. Le Terre di don Peppe Diana,è la prima cooperativa Libera Terra della Regione Campania e della Provincia di Caserta, promossa dall’associazione Libera e dal Comitato don Diana. Nasce nei comuni di Castel Volturno ( su un terreno di 7 ettari con sopra dei fabbricati), Cancello Arnone, Teano, Pignataro e Carinola per complessivi 88 ettari.

La cooperativa produce i Paccheri don Diana realizzati con il grano mietuto a Pignataro su un bene confiscato e la mozzarella ricotta e formaggi con il marchio di Libera Terra che si affiancano ai prodotti di qualità della sana imprenditoria casearia locale, lungo la filiera del biologico.

Nuova Cucina Organizzata è il ristorante pizzeria sociale pioniere di un innovativo approccio che trova la ragione di esistere nella solidarietà umana. Nco nasce come risposta necessaria per far fronte ai disagi di un contesto territoriale dove un esasperato individualismo mira a stroncare ogni tentativo di riscatto.

La via del riscatto sociale è percorsa in ogni suo intrinseco aspetto. Con la ricchezza dell’aggregazione e condivisione degli obiettivi Nco è diventato il punto di forza di una rete sociale di riscatto che coinvolge Asl, associazioni del terzo settore, scuola, chiesa, singoli volontari e cittadini responsabili. Il ristorante all’interno del quale è allestita una vetrina dei prodotti di Libera terra e del Commercio equo e solidale, è diventato il punto di approdo per volere del Comitato don Diana di compagnie di studenti in visita nelle terre della lotta anticamorra per un cammino verso una cittadinanza sana e solidale.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico