Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Camorra, nuova ordinanza per “Sergio” Di Puorto

Sigismondo Di PuortoCASERTA. La squadra mobile di Caserta ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Napoli, su richiesta della Dda, in relazione al reato di associazione mafiosa, nei confronti di Sigismondo Di Puorto, detto “Sergio”, 39 anni, di San Cipriano d’Aversa, già detenuto.

Nel corso degli ultimi anni, secondo gli investigatori, era assurto ai ruoli di vertice del clan dei Casalesi – ala Schiavone, divenendo, prima, uno dei più fidati luogotenenti di Nicola Schiavone, figlio di Francesco “Sandokan”, a cui erano affidati delicati compiti quali l’imposizione e la raccolta delle estorsioni, e, poi, venendo investito del ruolo di reggente dell’organizzazione, dopo l’arresto del primogenito di Sandokan per l’omicidio di tre affiliati. A Di Puorto, infatti, è stata contestata l’aggravante di avere promosso, diretto ed organizzato la consorteria camorrista sino al suo arresto.

Di Puorto fu arrestato nel dicembre scorso dalla squadra mobile di Caserta a San Cipriano d’Aversa dopo una lunga latitanza, in quanto colpito da due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip presso il Tribunale di Bologna per una serie di estorsioni consumate, con metodologia mafiosa e per conto dei Casalesi, nelle province di Bologna e Modena, a danno di alcuni imprenditori originari del casertano che vi si erano insediati con le loro attività economiche.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico