Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

D’Andrea responsabile provinciale sanità del Pse

Roberto D’AndreaCASAGIOVE. Un’importante novità ha ravvivato la vita politica della sezione casagiovese del Pse. Il consigliere di maggioranza, nonché presidente del Consiglio Comunale, Roberto D’Andrea, ha stato insignito di un’altra importante carica all’interno del partito provinciale.

Il comitato direttivo del gruppo socialista della provincia di Caserta ha infatti stabilito le responsabilità di coordinamento per ogni comparto di azione sul territorio. A D’Andrea, medico cardiologo e dello sport, è stata affidata la gestione dell’area sanità all’interno della compagine partitica. E’ stata una scelta fortemente voluta dall’intero gruppo dirigente di Terra di Lavoro, capitanato dal segretario Mimmo Dell’Aquila che ha ufficializzato l’incarico in occasione dello scorso weekend.

Relativamente a questa questione abbiamo sentito Roberto D’Andrea che ha avuto modo di ammettere: “Sono onorato di questa grossa responsabilità che mi è stata affidata. Si tratta di un ruolo importante in un momento decisivo per il nostro partito. Io credo che bisogna continuare a lavorare sul territorio per coinvolgere la gente. A Casagiove stiamo adottando questo tipo di strategia. Occorre un lavoro quotidiano per convincere la gente a ritornare alla politica attiva e partecipata. Possiamo crescere in termini di partecipazione ed arrivare a recitare un ruolo di primissimo piano nell’ambito del centrosinistra di Terra di Lavoro. Occorre dialogare costantemente con la gente e raccogliere le richieste reali della cittadinanza. La nostra agenda politica deve conformarsi ai bisogni reali della popolazione. Dobbiamo andare incontro alle aspettative dei cittadini comuni. Nell’ambito della Sanità bisognerà stare attenti nei prossimi anni per evitare che si arrivi ad un vero e proprio tramonto dello stato sociale. Il deficit della Regione Campania sta tagliando risorse che mettono a repentaglio i servizi essenziali. Bisogna rivedere con attenzione e riprogrammare in maniera lungimirante il settore per evitare di arrivare ad un collasso ed una crisi irreversibile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico