Campania

Salerno, Dia sequestra beni per 1 milione ad imprenditore

DiaSALERNO. La Direzione Investigativa Antimafia di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro anticipato, emesso dal Tribunale di Salerno, nei confronti di un imprenditore, Luigi Albano, 42enne di Bracigliano (Salerno).

Lo riferisce la stessa Dia di Salerno. La richiesta di applicazione della misura di prevenzione di carattere personale e patrimoniale e’ stata avanzata d’iniziativa dal direttore della Direzione investigativa antimafia, sulla base di articolate e complesse indagini anche di natura patrimoniale espletate dalla sezione operativa della Dia di Salerno.

E’ stato disposto il sequestro di un’azienda, del relativo parco automezzi (tra cui autovetture di grossa cilindrata) e dei conti bancari per un valore complessivo di circa un milione di euro. Albano, ritenuto referente locale del clan Graziano, venne arrestato dalla Dia lo scorso anno nell’ambito di una vasta operazione, denominata ”Sud Pontino”, che consenti’ l’emersione degli interessi criminali del clan dei Casalesi nel controllo dei trasporti su gomma delle merci destinate ai mercati ortofrutticoli dell’Italia centrale e meridionale.

In tale contesto, ad Albano venne contestato il reato di estorsione, aggravata dal metodo e dalle finalita’ mafiose, per il ruolo da lui svolto nella gestione del trasporto, ad opera della societa’ ”La Paganese”, dei prodotti ortofrutticoli della zona di Bracigliano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico