Campania

De Laurentiis: “Inler e Vidal? Siamo già fortissimi”

Aurelio De LaurentiisConsueto appuntamento di mercato con Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Marte Sport Live. Il presidente azzurro ha fatto il puno sul calciomercato e non solo.

Si comincia subito col capitolo Inler: “Se uno mangia l’antipasto, il primo, il secondo e il gelato, poi servirebbe un digestivo.Inler-Vidal?La convivenza di questi giocatori è difficile, chi lo dice, non capisce di calcio. Abbiamo preso anche Dzemaili e Donadel, se fossi in loro due, mi incavolerei. In tanto già siamo fortissimi. Non abbiamo più qualcuno di troppo. Stiamo valutando con calma cosa fare” . Con il presidente azzurro c’è anche Albertino Bigon: ”Stavamo chiacchierando amabilmente di calcio. Il centrocampo si è già rinforzato, con la ciliegina sulla torta tanto meglio. Chiunque arrivi, sarebbe un grosso passo in avanti. Io al Napoli? Magari con il presidente troveremo il ruolo di sentirci spesso”.

Il presidente spiega il motivo della presenza del tecnico del secondo scudetto: “Creeremo un network di osservazione all’estero per i giovani talenti. Questo, ovviamente, non toglie ruolo a Santoro che sarà il capo della scugnizzeria. Con Bigon senior, stiamo cercando di capire come creare una filosofia napoletano da insegnare agli stranieri di 10-11-12-13 anni”. Poi annuncia la prima amichevole al San Paolo contro la più blasonata formazione scozzese: “Il 3 agosto si giocherà al San Paolo contro il Celtic, che è una grande squadra, il 7 giocheremo di nuovo a Fuorigrotta, poi il 14 e il 18 o il 19 stiamo organizzando due grosse competizioni all’estero”.

De Laurentiis poi non chiude la porta a Pandev, ma solo a determinate condizioni: “Non ci abbiamo mai pensato, mi piace tanto. Credo che piaccia anche a Mazzarri. Dipende dall’Inter, ci deve pagare mezzo stipendio”. Sorpresa in arrivo per la nuova maglia:“Lunedì 11 ci sarà una bella novità che riguarda la maglia”. Il presidente azzurro poi torna a parlare sui Diritti tv: “”Ringrazio Lo Monaco per il complimento, è un professionista. Ha fatto un grande investimento di 51mln, un bellissimo centro sportivo”.

E sulla Coppa America che vedrà impegnati quattro giocatori del Napoli (Lavezzi, Cavani, Gargano, Zuniga): “La prima cosa che farò questa sera quando arriverò a casa, sarà guardare la Coppa. Finalmente Lavezzi ce l’ha fatta a diventare titolare. Il tifoso ha individuato in Lavezzi un fuoriclasse, anche se non segna, per il modo in cui ti fa soffrire e gioire nel campo con le sue accelerazioni e il suo twist. Poi a volte fa anche dei bellissimi goal. Il fatto che sia diventato titolare con Messi è una grande soddisfazione. Napoli è grande, non è un minus come sembra!

Il numero uno azzurro, successivamente, chiude la porta al regista e quindi a Borja Valero e Cigarini: “Borja Valero?Nel gioco di Mazzarri il regista non serve, è l’imprevedibilità che serve, perchè un regista nel calcio è prevedibile. Il Pirlo della situazione a Napoli non serve, o dovremmo riempostare l’intero centrocampo.Cigariniè un bravo regista, uno straordinario atleta e un professionista, ma se Mazzarri non lo fa giocare è perchè non va bene nello schema. Cigarini deve trovare un’ottima sistemazione, perché se rimane a Napoli va in sofferenza, anche psicologica”. Come suo solito, De Laurentiis ha concluso il siparietto a Radio Marte con il grido “Forza Napoli!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico