Aversa

Ztl, Candia replica a Ciaramella

Franco CandiaAVERSA. “Il sindaco ha ritenuto opportuno fare dei cambiamenti all’isola pedonale e sicuramente ha avuto i suoi buoni motivi. Altrettanto ho i miei buoni motivi per fare delle rimostranze”.

Franco Candia, responsabile cittadino dell’Ascom, ritorna sulla polemica successiva alla sottrazione di un piccolo tratto di via Roma dalla zona a traffico limitato, sottrazione avvenuta, a detta del primo cittadino, per evitare di ingolfare di veicoli altre zone della città.

“Non sono i dieci metri di strada eliminati dalla Ztl – continua il rappresentante dei commercianti aversani – che non mi fanno dormire, ma è il progetto che tanto faticosamente, pezzo dopo pezzo, vedo in qualche modo segnare il passo. So benissimo che a qualche commerciante o residente il nuovo provvedimento va benissimo, sono un commerciante anch’io e anche interessato, ma non va bene all’intera comunità. Tutto il commercio ha la sua importanza, ma Via Roma è quella che da luce a tutta la città, con le sue buche e le sue vetrine. Tutto il resto è valore aggiunto che fa grande la nostra comunità commerciale”.

Poi Candia da un affondo, quasi un addio alla zona di via Seggio, quella che fino a ieri era la strada dello shopping aversano per antonomasia e che oggi è ridotta ad una linea di serrande abbassate e via deserta, quando dichiara: “Non sono alcune parti della città , seppur legate al nostro cuore, a smuovere gli innumerevoli clienti che si riversano nelle nostre strade”.

L’esponente dell’Ascom cittadino ne ha anche sulle dichiarazioni di Ciaramella relativamente ai Centri Commerciali Naturali (ad Aversa ce ne sono due) e conclude: “Quanto ai Ccn,è vero che fino adesso hanno prodotto solo parole, ma la strada è lunga e i commercianti, come tutti i cittadini del mezzogiorno, non hanno fiducia negli Enti locali e convincerli a fare sistema non è semplice. E da sognatore quale sono non desisto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico