Aversa

Gd: “L’amministrazione si disinteressa dei giovani”

GdAVERSA. “Negligenza, poca trasparenza e menefreghismo sono solo alcuni tratti distintivi della cura delle iniziative giovanili fatta dall’amministrazione comunale ad Aversa”.

Lo afferma il vicesegretario cittadino dei Giovani Democratici, Antonio Andreozzi. “E’ da anni – continua Andreozzi – che siamo abituati ad essere considerati solo a parole moto perpetuo della società attuale e futura e leitmotiv di campagne elettorali fatte per il solo gusto di accaparrare voti e consensi cittadini. Eppure la cura delle iniziative giovanili dovrebbe essere un punto di primaria importanza all’ordine del giorno di una qualsiasi amministrazione cittadina mentre ad Aversa siamo abituati al niente della giunta Ciaramella, una situazione questa, che sembra tanto essere la punta di un iceberg nel vuoto di potere creatosi attorno alla figura del nostro sindaco. Concretamente, non solo non ci vengono offerte delle opportunità lavorative che garantiscano stabilità alla futura classe dirigente e politica, ma non è mai neanche lontanamente iniziata una stagione di coinvolgimento attivo in un processo di maturazione socio-culturale”.

“Se si pensa – aggiunge l’esponente dei Gd aversani – che il tutto dovrebbe essere condito da iniziative ed eventi in grado di assicurare il pieno sviluppo della persona umana,la partenza mai avvenuta del forum dei giovani a più di un anno dalla formazione e la quasi totale inutilizzazione del palazzetto dello sport (per non chiamarlo abbandono) sono situazioni inaccettabili in tal senso e neanche isolate purtroppo”.

“La giunta comunale – conclude Andreozzi – dovrebbe capire che essere giovani non è sinonimo di uno status quo dove regnano perdizione e incoscienza come da molti indicato,ma è innanzitutto una fase cruciale dell’esistenza umana crocevia del passaggio tra passato e futuro; un futuro nel quale dovremmo credere, supportati da una politica capace di dar risalto alle nostre esigenze. Ma credere alle favole della nostra amministrazione cittadina,non ci basta più,per cui gridiamo: sveglia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico