Aversa

Bilancio, Diomaiuta replica a opposizione: “Ignoranza o malafede”

Pasquale DiomaiutaAVERSA. “Avanzo di bilancio? Siamo di fronte all’economia creativa alla Tremonti”. Dall’opposizione di centrosinistra accuse all’assessore al bilancio Pasquale Diomaiuta (Udc) e alla sua maggioranza.

In particolare all’esponente del partito di Casini viene contestato che i 20 milioni di euro di avanzo di bilancio presenti nel consuntivo 2010, già approvato in giunta, sono… virtuali. Un’accusa corroborata dal fatto che a formare l’avanzo sarebbero crediti come i canoni delle case popolari da riscuotere (mai avvenuto) imposte e tributi vecchi di anni, oneri di urbanizzazioni solo in previsione. “Tutto questo – si afferma – rischia di far saltare le casse comunali, oltre che, ovviamente, nascondere la circostanza che, forse, non è stato rispettato il patto di stabilità”.“Non so – risponde da parte sua Diomaiuta – se siamo di fronte a ignoranza della materia o a mala fede. Fatto sta che si tratta di affermazioni prive di fondamento”.

Subito dopo passa alla difesa tecnica del proprio operato e dichiara: “L’avanzo di amministrazione è formato da una sommatoria di tutti i residui attivi ed è vero che alcuni di questi, di fatto, sono inesigibili. E’ per questo motivo che l’amministrazione ha provveduto a considerare solo quei residui per i quali vi è certezza della sussistenza. Possiamo capire le dichiarazioni dell’opposizione, ma non possiamo giustificarle. I nostri crediti sono certi e liquidi, tant’è che attiviamo anche spese correlate”. Da qui l’invito a chi vuole saperne di più. “Invito gli interessati – conclude sull’argomento l’assessore della giunta Ciaramella – ad informarsi maggiormente e dopo a confrontarsi con me sulla questione”.

Sempre in materia di consuntivo 2010, dopo l’approvazione in giunta e l’esame da parte del collegio dei revisori dei conti, il bilancio dello scorso anno è a disposizione dei consiglieri comunali in vista della seduta monotematica sul tema che dovrebbe tenersi nei primissimi giorni di agosto e, comunque, prima di quella prevista per l’approvazione del bilancio preventivo per il 2011.

A questo proposito, lo stesso Diomaiuta prevede una seduta di civico consesso per il 6 o 7 agosto prossimo. “Il preventivo, infatti, è all’esame dei revisori, poi ci saranno dieci giorni di tempo per la presentazione di emendamenti (che ci saranno ed in grande quantità tenuto conto che, per rispettare i tempi, in giunta è stato approvato una sorta di “bilancio quadro” da riempire con le proposte dei singoli assessorati, ndr), per poi giungere in aula per l’approvazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico