Santa Maria C. V. - San Tammaro

Rauso: “Pensiamo al futuro della città”

Gaetano RausoSANTA MARIA CV. Per troppo tempo abbiamo subito l’operato di amministrazioni comunali che, per la loro incapacità e per il perseguimento di interessi contrastanti con quelli della collettività, hanno ridotto Santa Maria in rovina.

Moltepersone si sono rese conto dei danni che esse hanno arrecato alla sua popolazione ed alle potenzialità occupazionali e sociali di un territorio che è assediato dalla speculazione e dall’affarismo. A dar voce alla protesta contro chi ha consentito sprechi di denaro pubblico, abusi edilizi, vessazioni nei confronti di chi non era allineato, progetti finalizzati allo sfruttamento del territorio, sono state persone di buona volontà che hanno creduto nella possibilità di una svolta nel modo di gestire la cosa pubblica.

Il 29 e 30 maggio il popolo sammaritano ha dato la spallata definitiva a chi intendeva il governo della città come un affare personale. Già il rifiuto di questa classe dirigente espresso chiaramente dal corpo elettorale nel 2010, avrebbe dovuto far intendere al Pdl che fosse indispensabile un cambiamento; il segnale lo avrebbe dovuto cogliere chiaro e non aderire ad uno scellerato progetto che l’opinione pubblica non ha compreso e non ha voluto. Non è stato facile per me contrappormi ad amici con cui avevo condiviso aspre battaglie, né rinunciare a vantaggi, ma era necessario farlo. Chi ha creduto ed ha lottato per far risorgere la città dalle ceneri di un disastro e dalla colonizzazione di affaristi e speculatori si è unito in un solo progetto che ha il solo obiettivo: la rinascita della città.

Devo ringraziare i consiglieri e chi ha dato un contributo decisivo al raggiungimento delle sedici firme necessarie per mandare a casa l’Amministrazione scaturita dall’accordo tra gli affaristi ed i pseudo politici che avevano come unico obiettivo il sacco della città. Molti professionisti ed imprenditori sammaritani, così come tante le persone di buona volontà di ogni ceto ed istruzione, ci hanno aiutato a creare le premesse per il buon governo di Santa Maria, eleggendo Biagio Di Muro alla carica di sindaco. Questo risultato ha sventato il realizzarsi di un ulteriore scempio del territorio che già era programmato.

La città attende da questa nuova amministrazione risposte per i tanti problemi che non sono stati risolti o che non si sono voluti risolvere. (Tribunale, ex Italtel, ex Tabacchificio,ex Mulino Parisi, Politeama, Ospedale, ecc.). La città ha bisogno del ritorno alla legalità e, sono sicuro, questa Amministrazione saprà ridare la speranza di un futuro migliore, attraverso decisioni prese collegialmente nel solo interesse generale.

Faccio appello a tutti affinchè non inseguano cariche o posti al sole; ognuno dovrà cercare di dare il massimo secondo le proprie capacità ed attitudini, solo per perseguire il bene collettivo.

GAETANO RAUSO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico