Orta di Atella

Referendum, Sel invita a votare i “4 Sì”

SelORTA DI ATELLA. La democrazia è partecipazione e mai come questa volta il contributo di ognuno di noi potrebbe essere determinante.

Per questo motivo, il circolo di sinistra ecologia e Libertà di Orta di Atella invita a votare quattro si ai referendum di domenica 12 e 13 giugno. Quattro “sì” sollecitati da importanti motivi. Due referendum riguardano la gestione dell’acqua. Votando “sì” verrà abrogata la norma che stabilisce l’affidamento a soggetti privati attraverso gara o l’affidamento a società a capitale misto pubblico-privato.

Esperienza in atto nel nostro comune con la società acquedotti in una società mista di cui la società privata ottogas con partecipazione al capitale sociale pari al 44,1% e la Ediltecnica srl con partecipazione del 4,9% dove i cittadini non hanno nessun potere di controllo sulla carenza del servizio e sul caro bollette. Anche il secondo referendum riguarda l’acqua e votare “sì” serve ad impedire di farne oggetto di profitto. Votando “sì” viene cancellata la norma che stabilisce che la sua tariffa sia unicamente determinata da considerazioni di profitto. Riteniamo invece che l’acqua sia bene comune indipendentemente dalle possibilità economiche delle persone.

Il terzo quesito referendario riguarda invece l’energia nucleare. Il “sì” serve a cancellare la proposta di costruire nuove centrali nel nostro paese. La costruzione e il funzionamento delle centrali comporta anche danni sociali, economici e danni irreversibile per la salute pubblica in caso di incidente e mal funzionamento delle stesse.

Infine votiamo “si” al quarto referendum per cancellare il legittimo impedimento che configura una disciplina speciale di fronte alla legge per il Presidente del consiglio e i Ministri derogando dal principio di uguaglianza dei cittadini.

Il circolo SEL di Orta di Atella

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico