Orta di Atella

Pd: “Amministrazione eviti personalismi e attacchi feroci”

PdORTA DI ATELLA. ll Pd, nel ribadire con fermezza la linea politica emersa nell’ultimo congresso sezionale del 3 aprile all’unanimità, vale a dire nelle vesti di una neo-costruzione del centrosinistra organico ed alternativo all’attuale maggioranza amministrativa, …

… rilancia le proposte operative poste in essere congiuntamente dalle segreterie di Pd, Psi, Sel, Udc, all’indomani della conferma da parte del Tar Campania della cattiva urbanistica del territorio negli anni passati. Le segreterie politiche dei suddetti partiti condivisero l’idea di aprire una fase politica nuova che mirasse ad un’opposizione responsabile su tematiche urgenti per il nostro territorio quali ad esempio: urbanistica, raccolta differenziata, pressione fiscale insostenibile, piano traffico inesistente, servizi sociali, Puc e così via, proponendo eventualmente convocazioni di Consigli comunali monotematici. Uno degli argomenti da proporre in Consiglio comunale è l’esigenza di una revisione del funzionamento della macchina amministrativa per renderla maggiormente organizzata e produttiva nella sua interezza, al fine di garantire l’agibilità dei diritti-doveri di ciascun dipendente comunale.

Il Pd rivendica l’iniziativa politica tesa a richiamare l’attenzione del sindaco, del presidente del Consiglio comunale e del capogruppo di maggioranza, a considerare l’opportunità di riprogrammare i ruoli e le mansioni di tutti i lavoratori dipendenti e precari del Comune, e rivedere, possibilmente, mediante confronto, la posizione della Lsu Elvira Brancaccio attualmente ancora licenziata! A quando il reintegro? Non è ammissibile che quest’amministrazione si dimostra remissiva con i forti e forte con i deboli, gestendo l’organizzazione del personale come “domus” propria e non come un sistema che, valutando seriamente le competenze, l’efficienza e l’efficacia, sia una macchina progettualmente funzionale agli interessi dei cittadini.

E’ anche il caso di ricordare che bisogna avere nei confronti di tutte le organizzazioni sociali un comportamento rispettoso dello Statuto dei Diritti dei Lavoratori che stabilisce con chiarezza i diritti-doveri dei dipendenti, a tutela e rispetto dei loro rappresentanti senza distinzione di appartenenza politica. E’ necessario aprire a tutti i livelli istituzionali una libera discussione che affronti nella sua interezza il problema relativo al funzionamento complessivo della struttura Comunale.

Il Pd su questo ed altri problemi che attanagliano i nostri concittadini vuole discutere. Ancora una volta invitiamo l’amministrazione comunale all’etica della responsabilità bandendo personalismi e attacchi feroci come avvenuto domenica 29 maggio nel “resoconto amministrativo” del centrodestra. Il morbo mefitico che si sta diffondendo tra i cittadini, in una sorta di guerra continua, non risolverà certo i problemi, potrà semplicemente, ancora per poco, generare allucinazioni, immagini distorte della realtà vissuta, ma prima o poi si dovrà presentare comunque il resoconto del proprio operato.

Si coglie l’occasione per invitare tutti i cittadini a recarsi a votare compatti il 12 e 13 Giugno quattro volte “Sì” ai relativi Referendum, e di partecipare alla manifestazione pro referendum che il Pd terrà domenica 5 giugno, alle ore 10, in piazza San Salvatore.

Per ulteriori informazioni, è attivo il sito www.pdorta.it

IL CIRCOLO PD – ORTA DI ATELLA

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico