Maddaloni - Valle di Maddaloni

Creditori pagati due volte? Tagliafierro: “Si faccia chiarezza”

Aldo TagliafierroMADDALONI. “Adesso il sindaco, gli assessori e il segretario comunale dovranno spiegare alla città a chi si riferisce l’assessore Bruno quando scrive che è in attesa di una risposta ad una sua nota, con la quale chiese di conoscere se nel corso degli ultimi anni i creditori del comune sono stati pagati due volte”.

Lo afferma il consigliere di minoranza Aldo Tagliafierro in merito alle dichiarazioni dell’assessore al personale Giovanni Bruno che ha parlato di “mancanza di entrate e mancanza di controllo”. “L’assessore Bruno – continua Tagliafierro – chiede di provvedere alla sostituzione di tutti quei dipendenti, responsabili di uffici, che nel corso degli anni hanno contribuito in maniera determinante al disastro economico in cui versa il Comune”.

Accuse pesantissime, che fanno pensare che la colpa di un bilancio in fase di dissesto sia da attribuire solo ed esclusivamente ai dipendenti. “Se è così – continua Tagliafierro – o vengono fuori i nomi o si sta gettando solo fango sui dipendenti, che si ritroverebbero a pagare per le faide interne ai partiti che reggono il sindaco Cerreto”.

Ma l’assessore Bruno non chiede solo la sostituzione dei dipendenti, ma denuncia anche la mancanza di atti dovuti, che hanno prodotto un aumento delle spese senza copertura finanziaria. “Atti – chiarisce sempre il consigliere Tagliafierro – documentati che, sempre a detta dell’assessore, hanno alimentato nel tempo fenomeni negativi quali l’evasione e l’elusione. L’assessore, inoltre, fa riferimento agli uffici responsabili e indica quelli che riscuotono la tarsu, l’ici, l’acqua, gli oneri di urbanizzazione e il condono”. Ma le accuse vanno oltre. Anche per il mercato agroalimentare e per la fiera settimanale si chiede una verifica. “E’ vero, – dice il consigliere – la contestazione investe le attività produttive. L’assessore dice palesemente che bisogna verificare, perché risulta incerta la legittimità delle concessioni”.

A questo punto, che cosa succederà? Chi sono i responsabili? Le casse comunali sono in rosso per colpa dei dipendenti o della politica che scarica sui dipendenti? “Se l’assessore Bruno – conclude Tagliafierro – afferma che eventuali responsabilità vanno comunicate agli organi competenti, io aspetto che si faccia chiarezza e che si abbia il buonsenso di chiarire nei luoghi deputati. E’ da molto tempo che le problematiche finanziarie della città sono al centro di un’accesa polemica. Ora ci sono pure le dichiarazioni inquietanti dell’assessore Bruno, che dovrebbero una volte e per tutte portare alla verità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico