Italia

Berlusconi: “Addio al nucleare, ora impegno per le rinnovabili”

Silvio BerlusconiROMA.“L’Italia, probabilmente, a seguito di una decisione che il popolo italiano sta prendendo in queste ore, dovrà dire addio alle centrali nucleari e quindi dovremo impegnarci fortemente sul settore delle energie rinnovabili”.

Lo ha detto, durante la conferenza stampa al termine del vertice italo-israeliano con il premier Benjamin Netanyahu,il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, quando ormai era certo il raggiungimento del quorum del Referendum su nucleare, acqua privata e legittimo impedimento.

Intanto, se per via del referendum dovesse essere abrogata la legge sul legittimo impedimento, secondo l’avvocato Niccolò Ghedini la situazione processuale di Berlusconi “non cambia affatto”. “Noi con la legge attuale – ha precisato Ghedini – dal 28 febbraio, da quanto sono cominciati i processi, abbiamo già fatto quasi una ventina di udienze, una media elevatissima. Oggi il presidente del Consiglio – ha proseguito il legale che è anche parlamentare del Pdl – era impegnato in un vertice bilaterale Italo-israeliano e noi abbiamo comunque fatto udienza perché ci siamo impegnati a farla ogni lunedì. E quindi si va al di là del problema della legge”. Ghedini ha inoltre ribadito che la difesa del premier ha impostato l’attività processuale “sul principio di leale collaborazione richiesta dalla Consulta”. Ghedini ha però fatto notare che spesso a Milano i giudici “vogliono fare quattro processi in contemporanea” e che “quindi bisogna che anche loro si adeguino anche alle esigenze della difesa”.

Conf.stampa con il premier israeliano, Berlusconi: “Gli italiani hanno deciso”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico