Caserta

Il Museo Campano riapre a fine settembre

 CASERTA. “Il Museo Campano riaprirà a fine settembre”. A dichiararlo è stato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’associazione “Gli Amici del Museo Campano di Capua Onlus” tenutasi nella sede della Provincia in viale Lamberti.

“L’associazione – ha aggiunto il presidente Zinzi – darà un contributo straordinario alla valorizzazione del Museo e, assieme ad altri tipi di iniziative che la direttrice Maria Luisa Nava e i suoi collaboratori stanno mettendo in atto, farà decollare lo sviluppo della cultura e del turismo nel nostro territorio”.

L’associazione “Gli Amici del Museo Campano di Capua Onlus” si prefigge molteplici obiettivi. Innanzitutto, quello di promuovere il Museo Campano e le sue raccolte, valorizzandole presso il grande pubblico con ogni strumento atto a favorirne e diffonderne la conoscenza. L’associazione si propone anche di far conoscere l’immenso patrimonio storico, culturale e museale della provincia di Caserta, organizzando eventi e manifestazioni che, coinvolgendo il grande pubblico, consentano la diffusione delle eccellenze casertane.

Un altro obiettivo importante è quello di favorire la nascita di nuove istituzioni culturali in tutto il territorio della provincia di Caserta e promuovere la conservazione dei siti di interesse storico e archeologico, collaborando con gli enti pubblici. Nel corso della conferenza sono stati diffusi i dati relativi alla pagina Facebook del Museo Campano, che al momento conta oltre 2200 amici ed oltre 25mila contatti.

Gli “amici” del Museo sono distribuiti in tutta Italia e in diversi Paesi del mondo, quali Stati Uniti, Brasile, Argentina, Cina, India, Afghanistan, Congo e Gambia. Inoltre, è stato annunciato il lancio di una web radio sperimentale del Museo, denominata “Radio Mater Matuta”, che al suo debutto, avvenuto nella serata di ieri, ha fatto registrare oltre 98 contatti. Infine, al termine del suo intervento, la direttrice del Museo Campano, Maria Luisa Nava, ha annunciato, per il prossimo 14 luglio, un’iniziativa particolare che coinvolgerà le collezioni del Museo.

In occasione dell’anniversario della presa della Bastiglia ci sarà l’evento “La presa del Museo Campano – Una rivoluzione semiseria”, che comporterà un dibattito nel corso del quale il pubblico dovrà rendersi parte attiva nella presentazione di proposte serie, ironiche e utopiche per la costruzione del Museo Campano ideale. “Con l’inarrestabile sviluppo della pagina Facebook del Museo – ha aggiunto Zinzi – stiamo trasformando una cultura d’elite in una cultura di massa, mantenendo inalterata la qualità. Gli oltre 2mila amici di Facebook devono trasformarsi in iscritti all’associazione. Starà a noi, poi, trovare il modo per coinvolgere i soci, rendendoli partecipi di un progetto di promozione e di sviluppo del Museo Campano”.

Accanto al presidente Zinzi e alla direttrice Nava era presente anche il sindaco di Capua, Carmine Antropoli. “Il rilancio della provincia di Caserta – ha dichiarato Antropoli – passa dal rilancio del Museo Campano. Capua è una città straordinariamente ricca di arte e cultura. E’ necessario mettere in rete tutti i giacimenti culturali del territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico